Samsung S9 e S9+: le novità vere e quelle di facciata

Il Galaxy S9 e 9+, presentato domenica al Mobile World Congress di Barcellona, in Spagna, è uno dei modelli più attesi della casa coreana, uno di quelli in grado di far concorrenza all’iPhone X. Secondo la casa coreana è il Samsung dotato di migliore processore, maggiore durata della batteria e fotocamera al top rispetto ai precedenti apparecchi dell’azienda, il Galaxy S8 e S8 +. I prezzi sono di quelli da meritare un po’ di attenzione: 899 euro (64 Mb dell’S9) e 999 euro del “plus” (sempre con 64 Mb di memoria).
Resta da capire come mai in Europa si debba scontare (anche con Samsung, ma non solo con lei) una sovrattassa notevole, dato che negli Usa questi modelli sono venduti rispettivamente a 720 e 840 dollari, come spiega Consumer Reports – la prestigiosa associazione di consumatori statunitense.

A ogni modo,  dopo aver maneggiato entrambi i nuovi telefoni, la prestigiosa rivista nordamericana ha fatto una recensione indipendente, come sua abitudine, dell’S9 e del 9+ e conferma che si tratta di un passo avanti rispetto a quei modelli, che già occupavano i posti migliori nelle valutazioni degli smartphone. Ma i consumatori potrebbero scoprire, spiega Consumer Reports, che i telefoni rappresentano solo un piccolo passo in avanti rispetto ai vecchi telefoni S8 e ai modelli di punta delle altre compagnie.

S9 e S9 +: il primo impatto

A prima vista, il Galaxy S9 e S9 + hanno un aspetto molto simile a S8 e S8 +. Hanno la stessa lunghezza, le dimensioni dello schermo (5,8 e 6,2 pollici, rispettivamente) non sono cambiate, ma Samsung ha smussato le cornici già sottili intorno ai bordi, rendendo i display solo un po ‘più grandi.

Anche la capacità della batteria è invariata. Il Galaxy S9 ha una batteria da 3.000 mAh, mentre la batteria S9 + è leggermente più grande a 3.500 mAh. I telefoni venduti negli Stati Uniti inoltre sono dotati di processori Qualcomm Snapdragon 845 più recenti, più veloci e più efficienti. Ma le specifiche non raccontano l’intera storia della durata della batteria o delle prestazioni di un telefono durante attività come i giochi.

Audio stereo

Gli audiofili potrebbero essere felici di sapere che i telefoni hanno altoparlanti stereo, che Samsung dice che producono un suono più forte con una qualità migliore. E, a differenza di Apple, Samsung ha continuato a trovare spazio per un classico jack da 3,5 mm per le cuffie.

Sicurezza migliorata

La nuova opzione biometrica Intelligent Scan combina il riconoscimento facciale 2D di base con una scansione dell’iride. La funzione migliora quella presente sui modelli dello scorso anno, non abbastanza sicura da essere utilizzata per applicazioni bancarie sensibili. Il Galaxy S9 e S9 + dispongono anche di uno scanner di impronte digitali migliorato che consente di registrarsi scorrendo un sensore sul retro del telefono una o due volte, invece di toccarlo ripetutamente con un dito. Questo rende l’impostazione del telefono meno faticosa.

Tante videocamere e qualche optional… di dubbia utilità

Le riprese di Samsung S9 in Super Slow-motion possono registrare fino a 960 frame al secondo. Questa nuova funzionalità è risultata divertente, quando ha funzionato come promesso. Ma i tecnici di Consumer Reports hanno avuto un sacco di problemi nel far sì che i telefoni registrassero video con la creatività e la qualità che speravano.

Un’altra nota: è necessaria una luce intensa per ottenere riprese di buona qualità per questa funzione o qualsiasi video al rallentatore, spiegano dalla rivista dei consumatori.

S9 +, in ogni caso, è il primo telefono Galaxy S con doppia fotocamera sul retro. Entrambe le fotocamere su quel telefono hanno sensori da 12 megapixel. Una telecamera fornisce un obiettivo grandangolare e l’altra ha un obiettivo con zoom ottico 2x. C’è anche una fotocamera selfie frontale da 8 megapixel. Entrambi i Galaxy S9 e S9 + possono scattare utilizzando due aperture diverse, con un’apertura F2.4 più piccola per condizioni di luce intensa o con un’apertura F1.5 più aperta per condizioni di scarsa illuminazione scatti. Entrambi i telefoni possono produrre un effetto bokeh, in cui il soggetto è nitido mentre lo sfondo è sfocato. È una tecnica classica della fotografia di ritratto.

Sulle calorie si confonde

C’è anche una funzione che dovrebbe fornire un conteggio approssimativo delle calorie scattando una foto di un prodotto alimentare. Ma il funzionamento non è proprio accurato, spiegano gli autori della recensione: “Il telefono ha identificato correttamente un gruppo di banane, ma ha confuso una lattina di Coca Cola per un tè freddo. Una lattina di birra polacca era identificata come formaggio svizzero e una barretta di cioccolato alla moda dalla Germania era stata etichettata come una scatola di Cheez-It”.