Seggiolini per auto, alla prova 17 prodotti con due bocciati

Solo due seggiolini su 17 non hanno superato il test di sicurezza del Touring club svizzero. Si tratta del Jané Grand e Recaro Optia & Smart Click Base: entrambi hanno fallito il test di collisione frontale. Dall’altro lato della classifica, troviamo molti marchi tra cui due modelli di Bebè Confort noti anche nel nostro paese. A metà della lista, un modello Chicco. (continua dopo l’immagine)

Le prove

I seggiolini per bambini sono stati esaminati e valutati secondo i seguenti criteri: sicurezza, maneggevolezza, ergonomia, presenza di sostanze nocive, facilità di pulizia e lavorazione. In particolare, l’analisi delle sostanze nocive è stata fatta su incarico dell’organizzazione per la protezione dei consumatori “Stiftung Warentest”. I seggiolini sono stati esaminati sulla presenza di idrocarburi policiclici aromatici (IPA), ftalati, sostanze ignifughe, composti fenolici, composti organici dello stagno, coloranti azoici sintetici, formaldeide e metalli pesanti. Sono state analizzate tutte le parti del seggiolino che entrano in contatto col bambino. L’analisi e la valutazione sono state eseguite sulla base del documento ZEK 01.2-08 (parte integrante dell’esame GS), della direttiva 1907/2006/CE (“REACH”), della norma europea EN-71 (“Direttive giochi per bambini”) e dello standard Ökotex 100.

I consigli del Tcs

Non sempre un seggiolino va bene per ogni tipo di auto. Prima dell’acquisto, occorre osservare i seguenti aspetti:

  • Il seggiolino deve poter essere installato nell’auto nel modo più stabile e fisso possibile. Nelle automobili più vetuste capita che il seggiolino non possa essere montato in modo stabile, causa. per esempio, alle fissazioni delle cinture troppo lunghe.
  • Per garantire la ritenzione ottimale, le cinture devono scorrere in modo rettilineo, senza fare pieghe.
  • Per i gusci per bebè, occorre verificare la lunghezza della cintura per garantire un ancoraggio sicuro; se la cintura è troppo corta per un guscio bebè usuale, si potrà eventualmente installare un modello con base separata.
  • Con i rialzi muniti di appoggi dorsali capita che la cintura non si arrotoli automaticamente se il bambino si è piegato in avanti. In tal caso, occorre provare un altro rialzo la cui posizione della guida, a livello della spalla, si adatti meglio alla geometria della cintura dell’auto.
  • I modelli di seggiolini con un’omologazione semi-universale (per esempio, tutti i seggiolini con piede di supporto) non sono adatti per tutte le vetture. Generalmente, questi prodotti sono accompagnati da un elenco di veicoli appropriati.