Le 5 cose che non pulisci mai (ma sono molto sporche)

Lavare i pavimenti, il bagno e gli elettrodomestici serve a mantenere lontano i batteri da casa? La risposta è no perché la sporcizia ha la cattiva abitudine di depositarsi nei luoghi più insoliti. Il New York Times ha da poco stilato la lista dei 5 oggetti che dovremmo pulire e che, invece, dimentichiamo troppo spesso nel giro delle faccende domestiche. Quali sono? Eccoli:

Le maniglie

Provate ad immaginare quante volte al giorno tocchiamo le maniglie delle porte e dei mobile e quante volte, invece, le puliamo con cura. Eppure si tratta di un oggetto – specialmente le maniglie della porta del bagno – che ospita un numero imprecisato di germi.

Lo smartphone
Il telefonino è l’oggetto che utilizziamo di più al giorno (anche quando siamo in bagno) e spesso è il deposito ideale per i batteri che dalle mani (e non solo) si trasferiscono sul display. E’ possibile pulirlo con un panno in microfibra e, per i punti più ostinati, aggiungete un po’ di alcol mescolandolo al 50% con acqua: quindi inumidire il panno e strofinarlo.

Il telecomando
Avete mai pulito il telecomando? Se soltanto pensiamo a quante volte abbiamo sgranocchiato qualcosa davanti la tv (dai pop corn alle patatine), siamo sicuri che vi verrà la voglia di dargli una pulita. Menzione a parte va fatta per i telecomandi che si trovano nelle stanze d’albergo che, utilizzati da un gran numero di persone e raramente puliti, possono ospitare un covo di batteri.

Il cuscino
La maggior parte dei cuscini sono progettati per essere lavati in lavatrice (e alcuni addirittura per essere asciugati nell’asciugatrice!). Lavarli può essere un’ottima idea: il cuscino infatti è dove si deposita la pelle morta, la polvere e in alcuni casi anche acari.

La tastiera del computer
Lo stesso discorso fatto per smartphone e telecomando, vale per la tastiera del computer. Quante volte infatti vi capita di mangiare qualcosa mentre si lavora al pc? Conviene pulirla scuotendo un po’ la tastiera mettendola sottosopra e tamponare con un panno in microfibra con una soluzione di acqua e alcol al 50%.