Car2go lancia il lungo termine ma conviene ancora poco

Il car sharing di Car2go si trasforma da “lampo” a “lungo termine”: dal 13 settembre la società mette a disposizione dei suoi clienti pacchetti da più ore garantendo un risparmio rispetto alle tariffe orarie. Si può scegliere tra il noleggio di 2, 4, 6 o 24 ore. Il servizio sarà attivo, per il momento, a Milano, Torino e Firenze.

Qualche esempio

Acquistare il pacchetto da 2 ore, comprensivo di 80 km, utilizzando il modello di Smart Fortwo in Italia, costerà 17,9 euro, che corrispondono a 15 centesimi al minuto. Offerta quindi più vantaggiosa rispetto al costo standard di 24 centesimi al minuto o alla tariffa oraria di 13,90 euro applicata in precedenza e non più disponibile. Invece, i pacchetti da 6 ore sono adatti per appuntamenti di lavoro o gite fuori porta. In passato, chiunque abbia noleggiato a Milano una Car2go del modello Smart Forfour per 6 ore consecutive ha pagato 59 euro: il pacchetto car2go da 6 ore costerà, invece, 49,9 euro, ovvero poco più di 13 centesimi al minuto, permettendo così un risparmio equivalente a circa la metà della tariffa standard che per la Smart Forfour è di 26 centesimi al minuto.

Il nostro confronto in edicola

Acquista qui il numero del Salvagente con lo speciale sul car sharing

La nuova soluzione offerta da Car2go conviene? Rispetto ai pacchetti dei competitors si tratta di una scelta vantaggiosa. Nel numero in edicola abbiamo confrontato le tariffe proposte dalle 10 principali società di car sharing. Non solo. Prendendo tre tipologie di guidatori a Roma e Milano, abbiamo confrontato i costi di una vettura privata rispetto all’utilizzo di un servizio di condivisione per tre tipologie di guidatori a Roma e Milano.

Attenzione alle clausole

In ogni caso il consiglio è di leggere con molta attenzione le clausole del contratto di car sharing e questo vale per tutte le compagnie. In particolare, occhio alle franchigie e alle penalità di vario genere per chi causa incidenti, per chi non parcheggia l’auto nella zona indicata dal contratto, e per chi subisce il furto del mezzo. Ad esempio, è bene sapere che in caso d’incidente, ci sono compagnie, come Enjoy, che si riservano la possibilità di far pagare tutti i danni al conducente. Nell’infografica il riepilogo delle franchigie e delle penali proposte da ciascuna società.