Anziani, le iniziative per chi resta in città

Periodo critico quello estivo per soggetti fragili come gli anziani. Il caldo, la solitudine, la chiusura di molti negozi, possono rappresentare difficoltà insormontabili per chi resta in città.

Da Nord a Sud si rafforzano quindi tutti i servizi di assistenza già in atto durante il corso dell’anno; ma a questi ogni amministrazione cerca di affiancare anche delle iniziative di socializzazione dedicate agli anziani.

Vediamo alcuni piani scattati in favore degli over 65 per l’estate 2017.

Anziani in città, l’iniziativa dell’Auser

Per dare una mano a chi ne ha bisogno, anche quest’anno l’Auser – Associazione per l’invecchiamento attivo  –  rinnova il suo aiuto agli anziani per affrontare con serenità i disagi legati all’estate. Da Reggio Emilia a Vicenza, Bolzano, Trento, Milano e Mantova, passando per Ancona e Pesaro, ma anche in tanti comuni più piccoli, sono attivi molti piani “emergenza estate” predisposti e sostenuti dai volontari dell’Auser.
Sul sito dell’associazione (www.auser.it) sarà attiva per tutto il periodo estivo la sezione speciale “Aperti per ferie”  nella quale  trovare notizie utili per aiutare gli anziani e le loro famiglie ad affrontare l’estate.

Inoltre è attivo il servizio di Telefonia Sociale  Filo d’Argento che risponde al numero verde gratuito 800-995988, e risponde tutti i giorni dalle 8 alle 20 agli anziani in cerca di informazioni e aiuto.

Farmaci a domicilio

Anche Federfarma tende la mano a chi ne ha bisogno: per gli anziani – ma anche per chi soffre di disabilità o gravi malattie – che non riescono a recarsi in farmacia, è attivo il servizio di consegna gratuita dei farmaci a domicilio.
Il servizio riguarda i casi non urgenti ed è riservato esclusivamente  alle persone che sono impossibilitate a recarsi in farmacia e non possono delegare altri soggetti.

Per accedere al servizio si può chiamare il numero verde 800 189 521, attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00. Risponderà un operatore al quale indicare le generalità e l’indirizzo al quale recapitare il farmaco. Quindi, l’operatore verificherà quali farmacie vicine al domicilio indicato sono disponibili ad effettuare il servizio. Individuata la farmacia, l’operatore la metterà in contatto telefonico con il richiedente per concordare le modalità e i tempi di consegna del farmaco richiesto.

Il servizio è offerto dalle farmacie associate a Federfarma che hanno aderito all’iniziativa, alla quale non partecipano le farmacie comunali. Il servizio non è attivo – avverte Federfarma – nelle province di Cuneo e Genova.

A Milano aiuti concreti e socializzazione

Come ogni estate, il Comune di Milano ha provveduto a potenziare l’assistenza domiciliare fornita già durante l’anno agli anziani seguiti dai Servizi territoriali, preoccupandosi al contempo di estendere i servizi anche ai cittadini che durante l’estate restano soli e possono trovarsi in difficoltà.

Le richieste possono essere effettuate chiamando il numero verde gratuito 800.777.888 che è attivo dalle 8 alle 19, dal lunedì al sabato. In caso di ondate di calore sarà in funzione anche la domenica con gli stessi orari.
Tra i servizi disponibili ci sono: la consegna di pasti a domicilio, l’assistenza domiciliare per l’igiene della persona e la pulizia della casa, telefonate e visite, un aiuto domestico con accompagnamento per spesa e per visite mediche. L’assistenza è garantita fino al 3 settembre.

Ma l’aiuto pensato per chi rimane in città non tralascia l’aspetto di socializzazione: per questo saranno tante le iniziative del Comune che si svolgeranno nelle strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler e in una serie di spazi privati e del Terzo Settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi.

A Torino pronte “squadre” di volontari

A Torino, con l’emergenza caldo, è scattato il Piano operativo predisposto dal Comune, in collaborazione con Asl e medici di famiglia, valido fino al 30 settembre. Innanzitutto è attivo – tutti i giorni, h24 – un call center (servizio “Aiuto Anziani”, numero 011.8123131) per ascoltare, consigliare, fornire informazioni e accogliere richieste di aiuto, anche in situazioni critiche; inoltre è pronta a intervenire per dare una mano a chi è in difficoltà e non sa a chi rivolgersi, una squadra di volontari e cooperative di operatori sociosanitari in grado di assistere gli anziani a domicilio, donando loro qualche ora di compagnia, ma anche una mano concreta nelle faccende domestiche, nell’accompagnamento per visite e terapie mediche, acquisti in negozi e supermercati, ritiro della pensione presso gli uffici postali.

Roma ha varato il Piano Caldo

Nella Capitale, il Piano Caldo – scattato lo scorso 21 giugno – si rivolge soprattutto alle persone anziane e ai senza fissa dimora, a chi vive per strada, in condizioni di estremo disagio sociale.

Innanzitutto, le persone in difficoltà possono contare sui servizi di mensa sociale e di pasti a domicilio, attivi tutto l’anno, che vanno ad aggiungersi ai circa 2.650 posti disponibili ogni giorno presso il circuito ordinario dell’accoglienza.

Vengono messi a disposizione servizi di accoglienza diurna e notturna, punti doccia, fornitura di pasti, bevande, indumenti e anche occasioni di socializzazione e svago quando la città si svuota e le temperature si innalzano.

Il Comune ha inoltre organizzato le OASI presso la piscina della casa di Riposo Roma 3, con una disponibilità per un massimo di 50 anziani al giorno per 12 settimane dal lunedì al venerdì. Le OASI sono aperte agli anziani delle strutture residenziali di Roma Capitale, dei centri Alzheimer e dei progetti sperimentali di convivenza.

Firenze organizza le “Vacanze anziani”

C’è poi chi cerca di non far rimanere in città gli anziani. In questa direzione si inserisce l’iniziativa del Comune di Firenze che organizza, insieme con l’Auser, il servizio “Vacanze anziani”, rivolto ai cittadini dei 5 quartieri di età superiore ai 60 anni ed autosufficienti, . Sono previsti vari turni di vacanza a partire dall’ultima settimana di giugno fino alla prima settimana di agosto.

Il servizio ha lo scopo di favorire l’aggregazione e la socializzazione con proposte di soggiorni estivi in strutture alberghiere di località marine (Marina di Pietrasanta località Fiumetto, Viareggio, Rimini, Pesaro e Igea marina), montane (Pian degli Ontani in provincia di Pistoia, Aprica, Andalo) e ad Abano terme.

Il comune contribuisce a parte dei costi sostenuti dai cittadini. Le iscrizioni si effettueranno presso le sedi dei Quartieri su appuntamento, previa prenotazione telefonica.

Anche Bologna mira alla socializzazione

Contro la solitudine si muove anche Bologna con le “Vacanze in città o in collina”, iniziative volte a favorire la socializzazione degli anziani che rischiano maggiormente l’isolamento nel periodo estivo.

Vi partecipano ultrasessantacinquenni autosufficienti o parzialmente autosufficienti.
Le iniziative sono promosse nei singoli quartieri, pertanto i luoghi di svolgimento e i periodi di frequenza possono essere diversi. Le attività normalmente si svolgono nei mesi da giugno a settembre.

I partecipanti vengono ospitati dalla mattina alla sera nei Centri Sociali, o presso altre strutture collocate nel territorio di ogni singolo Quartiere: Vengono loro garantiti i pasti, i trasporti e lo svolgimento di attività ricreative.
Il servizio è svolto in collaborazione con i Centri Sociali e le organizzazioni di volontariato.