Auto e vacanze: ecco come risparmiare il 25% del carburante

Ridurre la velocità, mantenere la giusta pressione delle gomme, caricare a dovere il portabagagli, così come installare un portapacchi solo quando serve, consentono di di risparmiare fino al 25% sul pieno di carburante.

Ecco, in dettaglio, qualche consiglio utile.

Velocità costante

I consumi aumentano enormemente con la velocità del veicolo. La stessa vettura che percorre 16 chilometri con un litro di benzina a 100 all’ora, ne farà 12,5 a 130 e appena 9 a 165 all’ora. Mantenere la stessa velocità, inoltre, consente di ridurre i consumi.

Bagagliaio equilibrato

Il carico posteriore incide sul serbatoio. Solo 30 chili di peso in più fanno salire il termometro dei consumi, soprattutto in salita. Il consiglio quindi è: eliminare pesi inutili e distribuire in modo equilibrato nel vano le cose trasportate.

Portapacchi solo se serve

Un normale portapacchi vuoto alza il fabbisogno di carburante del 5-8%. Che arriva fino al 15% con il peso di pacchi e valigie. Si possono tuttavia limitare i “danni” disponendo a cuneo gli oggetti sul portapacchi: i più grossi davanti e  i più piccoli dietro.

Pneumatici sotto controllo

Uno pneumatico alla giusta pressione rotola sull’asfalto assai meglio di uno poco gonfio. Una pressione di 0,5 bar in meno rispetto a quella prescritta dalla casa costruttrice incrementa già i consumi di carburante del 2-3%.

Tenere pulito il filtro dell’aria

Anche il filtro dell’aria molto sporco, le candele “imbrattate” o la frizione malconcia possono incidere di parecchio sui consumi. Un autoveicolo non sottoposto a ragionevole manutenzione preventiva presenta consumi del 10-15% superiori rispetto a un veicolo tenuto in perfetta efficienza.