Canone Rai: “Aiuto! Mi è scomparso il rimborso”

Caro Salvagente

volevo riferirvi del mio caso riguardo il pagamento del Canone Rai sulla bolletta Enel. Il contatore della mia casa dove risiedo è intestato a me e su quell’utenza ho pagato e pago il canone regolarmente. Con mia moglie, risiediamo nello stesso appartamento, ma lei ha intestato un altro contatore su cui sono “poggiate” le utenze di scale e giardino. L’anno scorso abbiamo avuto un doppio addebito per il Canone, ho il rimborso e, con regolare raccomandanda A/R, ho precisato all’Agenzia delle Entrate che non venga più addebitato il canone sul contratto intestato a mia moglie, riferito alla stessa residenza anagrafica per la quale già pago io.

Per quest’anno il doppio addebito non c’è stato più, ma per il rimborso 2016 possibile che ancora non sia arrivato?

Vincenzo Righetti

Caro Vincenzo abbiamo chiesto agli esperti del servizio #InfoCanoneRai del Movimento difesa del cittadino di darle una risposta. Eccola

In base alle informazioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate, i rimborsi sono effettuati dalle imprese elettriche mediante accredito sulla prima fattura utile, oppure con altre modalità, sempre che le stesse assicurino l’effettiva erogazione entro 45 giorni dalla ricezione, da parte delle stesse imprese elettriche, delle informazioni utili all’effettuazione del rimborso, trasmesse dall’Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui il rimborso da erogare a cura delle imprese elettriche non vada a buon fine, lo stesso sarà pagato direttamente dall’Agenzia delle entrate.

Per capire nello specifico a che punto sono con la sua richiesta dovremmo inviare una richiesta all’Agenzia delle Entrate, con delega del titolare del contratto e documento di identità.