Allergia agli acari: c’è il primo vaccino approvato

Un vaccino contro l’allergia agli acari. Una novità che sembra promettere di facilitare la vita a milioni di persone. A riconoscere l’efficacia, per la prima volta, di un medicamento di questo tipo è stata la Food and drug administration, l’agenzia per il controllo di alimenti e farmaci statunitense, che ha approvato l’Odactra, una terapia che va somministrata per via sublinguale per il trattamento di riniti allergiche indotte da acari della polvere (HDM), con o senza congiuntiviti, in adulti di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Come funziona l’Odactra

La compressa si prende una volta al giorno, per tutto l’anno, e la prima dose viene presa sotto la supervisione di un operatore sanitario con esperienza nella diagnosi e nel trattamento delle malattie allergiche. Il paziente viene osservato per almeno 30 minuti per i potenziali effetti collaterali negativi. Se la prima dose è ben tollerata, la terapia può essere continuata a casa. Possono trascorrere tra le 8 e le 14 settimane di trattamento giornaliero dopo l’inizio di Odactra perché il paziente cominci a sperimentare un beneficio evidente.

Gli acari sono tra i primi fattori di rischio per lo sviluppo di asma.  È stato osservato, inoltre, che nei bambini gli acari sono una possibile fonte di allergie multiple: possono infatti  favorire la comparsa di altre allergie (muffe, animali, pollini).

Cosa fare in casa

Per sconfiggere questi minuscoli organismi, che si annidano nella polvere domestica, invisibili a occhio nudo, non basta pulire bene casa, ma è importante un buon ricambio d’aria ed è da evitare il caldo umido. Se l’appartamento è dotato di riscaldamento ad aria o di condizionatore, i filtri devono essere puliti accuratamente e con frequenza.

In camera da letto, non usate moquette, tappeti e tendaggi pesanti, che raccolgono e trattengono la polvere. Le lenzuola vanno lavate ad almeno 60 gradi. Il materasso e il cuscino, meglio se di materiale sintetico, devono essere avvolti in fodere del tipo non poroso, antiacari, disponibili in commercio. Se volete essere certi di non incontrare acari, scappate in montagna: nel clima freddo e secco non sopravvivono.