Amazon presenta l’app per controllare le abitudini web dei figli

Il grande fratello a servizio di mamma e papà. Si potrebbe riassumere così il nuovo servizio di Amazon, “Parent Dashboard”, che permette ai genitori di monitorare l’attività dei loro bambini sul web. L’opzione è valida per il programma “FreeTime” del colosso mondiale, che permette con un’abbonamento mensile di accedere a decine di migliaia di titoli, tra film, libri, canzoni, cartoni animati, e giochi, adatti a minori.

Un report che suggerisce le domande

Tramite Parent Dashboard, che per ora non è ancora disponibile in Italia (così come FreeTime), il genitore potrà accedere ai dati di navigazione del figlio da qualsiasi browser e ricevere dei report con informazioni come i video guardati, i libri letti, le applicazioni scaricate, le partite giocate, e siti web visitati. Cliccando su un grafico specifico, i genitori possono vedere quanti minuti sono stati spesi su un particolare titolo e come l’utilizzo potrebbe essere cambiato nel corso della settimana.

Una scelta “furba” per l’azienda

Secondo Amazon, questa app fornisce ai genitori maggiori informazioni utili per decidere come variare le limitazioni di visualizzazione e di utilizzo dei contenuti di FreeTime per il figlio. Parent Dashboard include anche le sintesi dei contenuti che vedono i bambini e delle possibili domande che i genitori possono utilizzare per interagire con i figli, e dei consigli per favorire gli interessi dei figli anche con altri tipi di attività. Quella di Amazon non è una scelta dedicata solo alla tranquillità dei genitori, ma ha anche un importante ritorno per l’azienda: fare un profilo più dettagliato dei consumi e dei gusti dei piccoli clienti, per potergli suggerire un nuovo prodotto da comprare. Ed è noto che i bambini sono una fetta importantissimo di mercato per chi vende prodotti culturali, forse la più redditizia.