La pubertà dei nostri figli? Anticipata per colpa dei pesticidi

L’esposizione ambientale a pesticidi  come i piretroidi, comuni tanto nei prodotti agricoli convenzionali (nel biologico sono ammesse solo le piretrine, derivate dal piretro naturale) che negli insetticidi contro le zanzare (le piastrine e i liquidi che usiamo in casa) tornano al centro di timori e allarmi.

Nemmeno un mese fa era stata una ricerca francese condotta da Jean-Francois Viel dell’University Hospital di Rennes, su centinaia di donne in gravidanza a ipotizzare che sarebbero in grado di provocare disturbi comportamentali nei bambini esposti.

Ora tocca a uno studio presentato sabato 1 aprile al congresso dell’Endocrine Society a Orlando, in Florida accusarli di provocare pubertà precoce e di aumentare il rischio di malattie in età adulta, come il cancro ai testicoli negli uomini e il cancro al seno nelle donne. Oltre che di essere in grado di arrestare la crescita.
La classe di pesticidi studiata, i piretroidi, incide per oltre il 30 per cento del consumo globale di insetticidi, ha detto Jing Liu, Ph.D., autore dello studio e professore associato presso Zhejiang University di Hangzhou, in Cina.

“Ci stiamo rendendo conto di come i piretroidi siano alla base di un nuovo contributo ambientale alla tendenza osservata di anticipare la maturità sessuale nei ragazzi”, ha detto Liu.

Pubertà anticipata, un fenomeno globale

Oggi, il corpo di un ragazzo matura in un’età compresa tra i 9 e 14 anni in media, secondo quanto riporta la Hormon Health Network. L’organizzazione, la più antica e la più grande al mondo di scienziati e medici che si dedicano alla ricerca sugli ormoni, ha più di 18.000 membri in 122 paesi. Gli esperti ritengono che molti fattori, tra cui le tossine ambientali, siano responsabili dell’insorgenza anticipata della pubertà sia per i ragazzi che per le ragazze.

Gli studi cinesi che accusano i piretroidi

In uno studio su 463 ragazzi dai 9 ai 16 anni, il team di ricerca di Liu ha scoperto la relazione tra l’esposizione ai piretroidi e lo sviluppo sessuale.

Data la difficoltà di stabilire il meccanismo di causa-effetto sugli uomini, i ricercatori hanno esposto topi maschi alla cipermetrina, un insetticida piretroide ampiamente utilizzato, ai livelli che possono rappresentare quelli a cui sono sottoposti gli esseri umani e hanno osservato un inizio accelerato della pubertà nei topi. Liu ha spiegato che è stato dimostrato l’effetto diretto tra cipermetrina, formazione di testosterone e interferenze con i processi intracellulari che sono cruciali per lo sviluppo sessuale maschile.

“Dato il crescente utilizzo di insetticidi piretroidi, dobbiamo valutare con prudenza queste sostanze chimiche per i loro rischi per la salute dei bambini”, ha concluso Liu.