Miti alimentari: viaggio nel caos (apparente) del supermercato

Continua la nostra rubrica settimanale dei Miti Alimentari con un viaggio all’interno di quello che amolti sembra il caos del supermercato e che invece è frutto di una logica commerciale precisa.

Non capisco mai come vengono sistemati gli alimenti nei supermercati. Sembra che non ci sia logica

FALSO Il posizionamento degli alimenti nei supermercati è un passo fondamentale per la loro vendita. Di solito i prodotti da promuovere sono posizionati all’altezza degli occhi perché più visibili, oppure nelle curve dei corridoi dove si ha più tempo per comprarli perché ci si sofferma di più col carrello. I prodotti pesanti e poco costosi, come  le acque minerali, sono spesso sistemate alla fine del percorso per non appesantire il carrello  e indurre a credere di avere già finito la spesa. Frutta e verdura oramai spesso sono mostrati in modo da imitare un piccolo mercato all’aperto e non in freddi e anonimi corridoi. Nei supermercati non si trovano orologi  per capire il tempo che passa così da non avere fretta e scappare a casa troppo velocemente. Infine, bisogna far caso che poco prima della cassa mentre si è in fila, per la felicità di golosi e bambini troveremo un florilegio di caramelle e dolciumi da afferrare compulsivamente.

Quando vado al supermercato non riesco a trovare mai quello che mi serve e compro spesso cose inutili

VERO Fare la spesa senza una lista bella pronta e con l’elenco delle cose che ci servono, ci fa correre il rischio di acquistare qualche prodotto superfluo. Talvolta, per aiutarci a non rispettare la nostra lista della spesa, i prodotti sono spostati periodicamente di posizione così da costringerci, novelli Indiana Jones, a esplorare corridoi nuovi e zone mai battute alla loro ricerca permettendoci di scoprire nuovi prodotti e a volte comprarli anche solo per curiosità e non per necessità.

I carrelli del supermercato sono sempre più grandi e belli, forse perché debbono accontentare le famiglie numerose

FALSO È vero, oramai i carrelli in certi casi rasentano dimensioni gigantesche che in qualche caso sono poco adeguati agli esili acquirenti che li pilotano. Questa non è una scelta casuale, l’uso di grandi carrelli, comodi, funzionanti e puliti significa avere la sensazione di avere fatto pochi acquisti e, quindi, di poter prendere altri prodotti. Certo, ci sono anche dei piccoli  cesti per una spesa rapida e contenuta, ma spesso sono nascosti e in genere si incontrano non casualmente dopo i cugini più grandi.

Ho l’abitudine di guardare le scadenze dei prodotti, ma al supermercato mi sembra superfluo farlo tanto sono tutti controllati

FALSO Certamente tutti i prodotti in vendita rispettano la data di scadenza come previsto dalla legge, ma di solito i prodotti più vicini a questo limite di scadenza sono sempre posizionati in prima fila o in cima ad un gruppo e questo serve per far si che siano anche i primi ad essere acquistati. Il consiglio può essere quello di cercare meglio, nelle profondità degli scaffali o dei contenitori per trovare prodotti che potranno essere conservati più a lungo perché scadono qualche giorno dopo permettendoci di evitare inutili sprechi alimentari.