Gratta e Vinci, affare ghiotto per lo Stato e briciole per i giocatori

Duecentosessanta milioni al giorno, 3.012 euro al secondo. Tanto spendono gli italiani per tentare la fortuna. Un giro d’affari, per l’azzardo legale, in costante crescita: le stime dell’agenzia specializzata Agipronews dicono che nell’anno appena trascorso, gli italiani hanno giocato 95 miliardi di euro, 7 miliardi in più rispetto all’anno precedente. Slot e videolottery si confermano i due settori in cui gli italiani spendono di più: insieme rappresentano il 51,6% della spesa totale. In particolare, nelle slot sono finiti 26,3 miliardi (+1,3%), mentre nelle Vlt, dove si può spendere di più, 22,8 miliardi (+2,7%). Questi due apparecchi sono anche quelli che garantiscono allo Stato il gettito maggiore. Entrambe versano complessivamente allo Stato 5 miliardi e 850 milioni di euro. Tra le voci cardine del prelievo statale, spicca anche il Gratta e Vinci (1375 milioni): gli italiani giocano e lo Stato fa cassa.

Il nostro test

Nel nuovo numero di Test-Salvagente le probabilità di vincita vera (senza pareggio) dei Gratta e Vinci. Compra qui il numero
Il numero con le probabilità di vincita vera (senza pareggio) dei Gratta e Vinci. Compra qui il numero

Nel numero di Test-Salvagente di dicembre 2016 abbiamo dedicato un ampio speciale ai Gratta e Vinci: nella rivista (ancora acquistabile nello sfogliatore) abbiamo fatto i conti della probabilità di vincita di tutte le categorie di biglietti, selezionando i 24 più “fortunati”. Nell’infografica che segue, invece, trovate i tagliandi “più sfigati”, indicati per ciascuna categoria di prezzo con le reali probabilità di vincita (dal calcolo abbiamo cioè escluso i premi di importo pari a quanto speso per l’acquisto dello stesso Gratta e Vinci, ovvero i casi di “pareggio” che Lottomatica calcola invece come vincita effettiva).

I Gratta e Vinci, infatti, non sono tutti uguali. Tra gli oltre 60 in circolazione, infatti, ci sono quelli che danno qualche chanche in più di vincere e quelli che, al contrario, sarebbe meglio evitare di comprare, tanto le probabilità di incassare un premio sono davvero bassissime.

i-6-gratta-e-vinci-piu-sfigati