venerdì, 22 Gennaio 2021

Tag: distanziamento

Il gioco dell’oca tra Regioni e ministeri che lascia bus e...

Uno scaribarile in cui ogni soggetto ha una parte di responsabilità, e che sta già costando tanto agli italiani. Le cause del sovraffollamento dei trasporti pubblici locali nelle ore di punta che preoccupano molto gli esperti del comitato tecnico scientifico del governo, non sono addossabili a un unico capro espiatorio. Il rischio focolaio Covid in bus, tram e metro cambia direzione e si prepara a divantare a partire da agosto nel braccio di ferro tra ministeri di Istruzione e Trasporti, da una parte, e enti locali e aziende di trasporto pubblico dall'altra. Tutti i soggetti in campo finiscono con il sottovalutare l'importanza di un'organizzazione degli spostamenti coordinata, a poche settimane dall'onda di contagi che a pochi giorni da novembre sembra ormai fuori controllo.
scuola Covid

Falsa partenza a Berlino per la scuola, senza distanziamento contagi e...

Il Salvagente, nel prossimo numero in edicola dal 28 agosto, dedica molte pagine a uno speciale scuola con le misure che attendono milioni di studenti italiani. Vi anticipiamo l'intervista con la dirigente di un istituto di Berlino, che ha riaperto come altri a inizio agosto. Le regole, che in Germania non prevedono distanziamento, hanno fatto flop: ieri molti casi e scuole chiuse
low cost

Dall’Enac un ultimatum a Ryanair: “Rispetta le regole o sospendiamo i...

L'Enac ha scritto a Ryanair di non gradire le ripetute violazioni delle norme sanitarie anti Covid-19, attualmente in vigore, disposte dal Governo italiano a protezione della salute dei passeggeri. E ha concluso con un avvertimento, anzi un duplice monito: o la low cost rispetta le regole o volerà con solo il 50% dei passeggeri. Come extrema ratio, l'Enac si è anche detto pronto a sospendere ogni attività della compagnia
easyjet rimborso voucher

Anche EasyJet riparte senza distanziamento tra passeggeri. Ma il Dcpm dice...

A distanza di alcune settimane, EasyJet segue RyanAir e annuncia il ritorno in Italia. A partire dal 15 giugno, infatti, si volerà inizialmente da 8 aeroporti con voli nazionali. Senz'altro una buona notizia, se non fosse che, come già raccontato dal Salvagente per la compagnia irlandese, anche EasyJet tra le disposizioni di sicurezza anti-Covid non fa alcuna menzione della distanza minima tra passeggeri. Un problema, visto che a parte Alitalia, le compagnie low cost che ricominciano ad operare sul nostro territorio nazionale sembrano non tenere conto delle disposizioni chiare date dal governo a riguardo.