Tarme nei vestiti: i rimedi per sconfiggere questi piccoli (insidiosi) nemici

TARME VESTITI

Per questi insetti il cibo preferito si trova esattamente nei nostri indumenti: le tarme possono infestare il nostro guardaroba. Come fare per debellarle? Ecco alcuni consigli naturali e non per liberarsene

Un occhio disattento potrebbe scambiarle per delle piccole farfalle, ma scrutandole con più attenzione potrete notare che in realtà si tratta di tarme. Amanti dei nostri vestiti, le larve delle tarme si nutrono di lana, seta e cotone. Impossibile non accorgersi della loro presenza, poiché, dopo il loro passaggio, restano dei veri e propri buchi che non passano inosservati.

Occorre specificare che prediligono tessuti non puliti, sporchi o intrisi di umidità. Una volta trovato l’habitat ideale, si stabiliscono per poi riprodursi più che velocemente tra comodini, armadi, cassetti e guardaroba vari.

Normalmente ci si accorge della loro presenza quando il danno è fatto, perché la deposizione delle uova avviene completamente al buio. Attenzione dunque a intercettarle quanto prima e a non sottovalutare una piccola simil farfallina che svolazza tra i nostri vestiti!

Rimedi naturali contro le tarme

Se avete appena scoperto che i vostri capi di abbigliamento sono stati infestati dalle tarme, ecco per voi alcuni consigli utili per eliminarle in maniera del tutto naturale:

  • Lavanda: un repellente naturale che vi consentirà di unire l’utile al dilettevole. Aggiungendo la lavanda nella vostra biancheria otterrete sia il risultato di allontanare le tarme, sia quello di profumare piacevolmente il vostro guardaroba;
  • Cannella: maggiormente conosciuta per l’utilizzo in cucina, la cannella rivela le sue proprietà anche nel caso delle tarme, agendo grazie all’odore penetrante che mette in fuga gli insetti. Potrete inserirla sia sotto forma di olio che in polvere, all’interno di sacchetti;
  • Alloro: facile da reperire oltre che economico, l’alloro è da sempre un temuto nemico per le tarme, che ne restano distanti anche per periodi prolungati, vi basterà disporne alcune foglie nel vostro guardaroba.

Per agire invece direttamente sui vestiti, non in prevenzione dunque bensì in contrasto, potrete lavare i vostri vestiti utilizzando una soluzione di acqua e aceto, prima di procedere al normale lavaggio con un detergente igienizzante tradizionale.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021

Rimedi chimici contro le tarme

Qualora, nonostante i tentativi sopra descritti, il vostro armadio risulta ancora un luogo appetibile per le tarme, significa che siete davanti a una vera e propria infestazione che, come tale va trattata.

In commercio potrete trovare numerosi repellenti che vi aiuteranno a risolvere questo fastidioso problema in maniera definitiva. Stiamo parlando degli insetticidi e antitarme ad uso specifico, da utilizzare solo nel caso in cui vi sia la certezza della riproduzione massiccia delle uova.

Un altro alleato chimico è la naftalina, ma occorre considerare l’alta tossicità considerato che, in caso di ingestione, può essere letale. Da sconsigliare categoricamente dunque in ambienti dove vivono animali o bambini.

Ricordiamo che, qualora nonostante tutte le precauzioni del caso, dovesse presentarsi un caso di ingestione dell’insetticida, sulla confezione, di norma, dovrebbe essere apposto il numero di un centro antiveleni.

Tornando alle nostre ospiti indesiderate, laddove nè i rimedi chimici nè i rimedi naturali dovessero avere gli effetti sperati, è il caso di rivolgervi a un intervento di disinfestazione professionale.