Amazon fa causa ai gruppi organizzati di recensioni false

Dietro le recensioni false sui prodotti venduti online c’è un mercato sommerso che si basa sulla manipolazione del reale valore di un elettrodomestico, un accessorio, o un qualsiasi altro bene acquistabile con un click. Per questo Amazon ha fatto causa ai broker di recensioni false per conto terzi, che orchestrano la compravendita di recensioni dei prodotti in cambio di soldi o prodotti gratis.

Una pratica che mina la fiducia dei consumatori

“La causa – scrive il colosso di e-shopping  – ha l’obiettivo di far chiudere due siti internet, AppSally e Rebatest, che hanno contribuito a ingannare gli acquirenti facendo pubblicare dai loro membri recensioni false in negozi come Amazon, eBay, Walmart ed Etsy”. Secondo Dharmesh Mehta, Vice President of Worldwide Customer Trust & Partner Support di Amazon: “I broker di recensioni false cercano di trarre profitto ingannando clienti inconsapevoli e offrendo un vantaggio competitivo ingiusto, che danneggia i nostri partner di vendita” ha dichiarato “Noi sappiamo quanto sia importante per i nostri clienti l’affidabilità delle recensioni. È per questo che riteniamo questi broker di recensioni responsabili di attività illecite. Mentre noi continuiamo a impedire che milioni di recensioni sospette appaiano nel nostro store, queste azioni legali mirano ad eliminare il problema all’origine”. Amazon vieta la pubblicazione di recensioni false, e si avvale di potenti strumenti di apprendimento automatico o machine learning e investigatori qualificati per individuare e bloccare la maggior parte delle recensioni abusive prima ancora che vengano pubblicate. Nel 2020, Amazon ha bloccato più di 200 milioni di sospette recensioni false prima che fossero viste da un cliente. Negli ultimi anni è emersa un’industria dannosa, in cui i truffatori agevolano la pubblicazione di recensioni false o eccessivamente positive in cambio di denaro o prodotti gratis.

I casi AppSally e Rebatest

Amazon ha intrapreso questa azione legale a seguito di un’indagine approfondita su questi broker di recensioni false, che nel complesso sostengono di avere più di 900mila membri disposti a scrivere recensioni false. “Per esempio- scrive Amazon – il sito di recensioni false AppSally vende queste recensioni a partire da 20 dollari l’una. Il sito chiede ai soggetti malintenzionati di spedire confezioni vuote a persone disposte a scrivere recensioni false, e di fornire ad AppSally fotografie da caricare insieme a quelle recensioni. Il sistema fraudolento seguito da Rebatest prevede la corresponsione di denaro alle persone che scrivono recensioni a 5 stelle solo se vengono approvate dalle aziende che cercano di vendere gli articoli in questione”.

I numeri

Secondo quanto riporta l’azienda, in Amazon più di 10mila dipendenti nel mondo sono incaricati di proteggere lo store dalle frodi e dagli abusi, comprese le recensioni false. Amazon riceve più di 30 milioni di recensioni alla settimana, e si avvale di potenti strumenti di apprendimento automatico o machine learning in grado di bloccare la maggior parte delle recensioni abusive prima ancora che vengano pubblicate. Amazon monitora attivamente i social media e segnala regolarmente i gruppi abusivi alle aziende che li gestiscono. Nel 2021 Amazon ha segnalato più di 16mila gruppi abusivi a social media come Facebook, Twitter e Instagram, portando alla chiusura di gruppi con un totale di oltre 11 milioni di membri.

L’intervista del Salvagente al recensore a pagamento

Nel novembre 2020, il Salvagente ha pubblicato un’inchiesta in cui un italiano che partecipava al giro di recensioni false spiegava come funzionava il meccanismo di alcuni gruppi Telegram o pagine Fb: ““Il meccanismo è semplice. Regolarmente chi gestisce la pagina inserisce l’immagine e il link di un prodotto. Generalmente sono prodotti che non superano i 30-40 euro, confezioni di mascherine, cavalletti per macchine fotografiche, piastre per capelli, e che vengono rimborsati o al 100% o al massimo senza la commissione di Paypal”. Siamo entrati in uno di questi gruppi Telegram con 7,3 mila iscritti e abbiamo riportato i prodotti con le recensioni gonfiate

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021