L’Europa (finalmente) verso il bando del mancozeb, il fungicida tossico per la riproduzione

Il prossimo 23 e 24 ottobre si riunirà a Bruxelles il Comitato sui pesticidi: all’ordine del giorno, la rinnovo dell’autorizzazione del mancozeb, un fungicida che è stato associato a diversi possibili effetti sulla salute da molti scienziati. Uno dei metaboliti di questo tipo di pesticida, l’etilendiourea (ETU), è stato associato a difetti alla nascita e cancro negli animali da laboratorio.

Il comitato di valutazione dei rischi (RAC) dell’Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA) ha classificato mancozeb come una sostanza “tossica per la riproduzione 1B” (R1B) a causa della gravità delle malformazioni cerebrali causate dal suddetto metabolita (ETU) che sono state osservate nella prole.

L’autorizzazione europea all’uso è in scadenza (gennaio 2021) e, nonostante la comunità scientifica non abbia dubbi sulla sua dannosità per gli esseri umani, la discussione sul suo rinnovo è stata più volte rimandata perché il Comitato non è mai riuscito a trovare un compromesso. Anche in questo caso, gli ambientalisti non nascondono i loro sospetti, ovvero che a pesare sullo scarso decisionista della commissione sia la lobby che difende il fungicida. E non mancano degli indizi a favore di questa versione basti pensare che la versione online del parere dell’EFSA del 20/11/2019 è stata “censurata” “a seguito di ricorso del richiedente dinanzi al tribunale UE”. Chiaramente – denuncia Natacha Cingotti, Senior Policy Officer, Chemicals and Health, Health & Environment Alliance HEAL – a seguito della denuncia della filiale europea dell’azienda indiana UPL che commercializza Mancozebe, i curiosi non possono più leggere sul sito dell’agenzia le “criticità” che tanto li preoccupavano: exit “i criteri sono rispettati per identificarlo come un distruttore endocrino per l’uomo ”.

La prossima riunione potrebbe davvero rappresentare una svolta: per la prima volta in 20 anni e dopo aver accumulato prove scientifiche, la Commissione e gli Stati membri dell’UE hanno davvero la possibilità di vietare il mancozeb in tutta Europa.