Mascherine di tessuto, come lavarle al meglio in lavatrice

mascherine coronavirus

L’Accademia di Medicina francese ha diffuso un parere sulle mascherine di tessuto anti covid-19. Secondo l’organismo d’oltralpe, riporta Que Choisir, a parte una situazione sanitaria o rischio di contagio, e nonostante le sue capacità di filtrazione leggermente inferiori, la maschera in tessuto è preferibile alla maschera chirurgica, “per ovvie ragioni economiche e ecologico ”. Secondo l’Accademia, le maschere in tessuto possono essere lavate a 40 ° C in lavatrice. Un parere che contrasta con le indicazioni ufficiali dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza dei Medicinali che lo scorso marzo aveva consigliato di lavare le maschere in tessuto per almeno 30 minuti a 60 ° C, in una lavatrice preferibilmente disinfettata preventivamente, poi per asciugarli velocemente, prima di stirarli senza vapore.

I pareri sui gradi

Dal punto di vista scientifico è certo che il virus viene distrutto se viene esposto a una temperatura di 56 ° C per 30 minuti, ma anche l’azione meccanica del cestello nella lavatrice contribuisce al suo espulsione, così come il contatto con il detersivo. È quindi probabilmente eliminato durante un programma a 40 ° C. Per questo, “la temperatura di 60 ° C non è più giustificata per il lavaggio delle maschere che per il lavaggio delle mani”, afferma l’Accademia di Medicina. “La sua opinione ha, in ogni caso, il merito di essere semplice e più facile da applicare quotidianamente!” scrive Que Choisir. Per essere sicuri di liberare le maschere del virus, lasciarle da parte per alcuni giorni dopo il lavaggio è una misura aggiuntiva rilevante, perché al di fuori di un ambiente favorevole al suo sviluppo, il virus si estingue.

Per quanto si possono usare

Quanto alla durata di utilizzo, l’Accademia di Medicina ricorda che una maschera quando è bagnata perde la sua efficacia, e che non va mai indossata per più di un giorno. Anche in questo caso, è più pragmatica dell’Ansm, che consiglia di cambiarla ogni 4 ore. “Sono riutilizzabili dopo ogni ciclo di lavaggio e asciugatura purché le loro qualità (maglia del tessuto e integrità degli elastici) non siano alterate”, aggiunge l’Accademia di Medicina.

Il test di Que Choisir

Que Choisir Aggiunge: “Tuttavia, è difficile valutare l’integrità di un tessuto ad occhio nudo dopo diversi utilizzi. Le maschere con la ‘garanzia di filtrazione’ ufficiale hanno il vantaggio di specificare il numero di lavaggi supportati. Il nostro test sui diversi materiali che possono essere utilizzati per maschere artigianali mostra che dopo 10 lavaggi a 60 ° C, i tessuti hanno generalmente capacità di filtrazione migliori, probabilmente a causa della tensione delle fibre”.