Ventilatori a torre, da tavolo o su un piede? La guida per la scelta

ventilatori

È iniziata la stagione dell’afa e per difendersi, quando non si dispone di un condizionatore, rimane l’alternativa dei ventilatori. Ma come scegliere la tipologia più adatta? Un aiuto può arrivare dalla guida di 60 millions de consommateurs.

I 4 tipi di ventilatore

I tipi di ventilatore disponibili sul mercato sono quattro: quelli da tavolo, i più piccoli e i meno potenti, adatti per refrigerare la persona che li posiziona vicino. I classici ventilatori su un piede generano un flusso d’aria per diverse persone o per coprire uno spazio più ampio. Le torri, chiamate anche colonne, sono più compatte rispetto ai modelli in piedi. Sono adatte anche per uno spazio più ampio, e producono una corrente d’aria per tutta la loro altezza, da 75 cm a oltre 120 cm. I miscelatori d’aria sono generalmente modelli più grandi e soprattutto molto potenti, che si appoggiano a terra e possono ventilare efficacemente una stanza molto grande. Meglio evitare di indirizzarli verso una persona.

Con o senza lame?

Per produrre un flusso d’aria di raffreddamento, la maggior parte dei modelli utilizza un rotore e pale, il cui diametro varia da meno di 10 cm a 90 cm per i più potenti aeratori. Le torri convenzionali hanno diverse pale del rotore allineate verticalmente e ben nascoste dietro una griglia.
La tecnologia senza pale è stata inventata da Dyson alcuni anni fa. Se è efficiente e di design, questa tecnologia si ripaga da sola. Pertanto, i classici fan da tavolo costano da 10 a 50 euro quando un modello senza pale parte da 70 euro, o addirittura 300 euro da Dyson.

Flusso d’aria

Questa importante caratteristica per la scelta di un ventilatore non sempre è indicata in etichetta. In ogni caso, allo stesso prezzo, 60 millions consiglia di scegliere il modello con la massima velocità. Se non indicato, optare per quello con le pale più grandi (o l’altezza maggiore, per le torri).

Velocità regolabile

Controlla che la velocità sia regolabile (almeno tre livelli) per essere in grado di regolarlo e ridurlo se il dispositivo è di fronte a te. Alcuni modelli di fascia alta possono essere programmati per ridurre automaticamente la loro velocità in modo da non interferire con la fase del sonno.

L’orientamento del flusso d’aria

A meno che non si desideri ventilare solo un’area fissa, ad esempio davanti a una scrivania, è meglio scegliere un modello con oscillazione automatica. L’oscillazione e la velocità sono talvolta regolate utilizzando un telecomando. Comfort significativo quando si è sopraffatti dal caldo.

Il rumore

Il numero di decibel (dB) prodotti può essere un fattore di disagio. Il numero di decibel non è sempre indicato in modo chiaro. Quando c’è, scegli modelli inferiori a 45 dB, l’equivalente di una lavastoviglie silenziosa. In generale, più grandi sono le lame, più silenziosa può essere l’operazione.