Distanza fisica, mascherina e visiera: cosa protegge di più contro il virus

corona virus

Mantenere la distanza fisica di almeno un metro. Indossare la mascherina, almeno nei locali chiusi o dove non è possibile il distanziamento sociale. Calarsi una visiera o degli occhiali protettivi. Sono questi i metodi/dispositivi di protezione individuale per contrastare e limitare il rischio contagio da Covid-19 e di tutti gli altri coronavirus osservati in questi anni.

The Lancet ha pubblicato i risultati di una revisione di 172 studi osservazionali condotti in 16 paesi per valutare l’efficacia dei Dpi contro Covid-19, Sars e Mers. I risultati sono illustrati nella seguente infografica:

Distanza fisica

Mantenendo la distanza fisica di un metro si riduce mediamente la possibilità di contagio dell’82%. Per ogni metro successivo di distanza, l’efficacia del distanziamento si incrementa. A conti fatti, sotto il metro le chance di contagio sono circa del 13%, mentre mantenendo la distanza di uno o più metri si scende al 2,6%.

Mascherina

Indossando la mascherina si riduce mediamente la possibilità di contagio dell’85%. Una mascherina chirurgica ha un efficacia del 77% nella protezione dal contagio mentre una “professionale”, da Ffp2 in su, si arriva anche al 96% di protezione.

Visiera o occhiali protettivi

Insossare la visiera o degli occhiali protettivi si riduce mediamente la possibilità di contagio del 78%. In particolare con una visiera si ha un rischio contagio di quasi il 6% senza invece si arriva fino al 16%.