Nuovi guai per il dicamba: l’esposizione è associata a vari tipi di tumore

Non solo problemi giudiziari, per il dicamba adesso arrivano accuse pesanti sulla sua sicurezza. Un nuovo studio condotto dal National Institutes of Health associa l’esposizione a questo pesticida all’insorgenza di alcuni tipi di tumore.

Il dicamba, una sostanza chimica dell’acido benzoico che controlla le erbe infestanti a foglia larga, è uno degli erbicidi più utilizzati nella produzione di mais.  I ricercatori dell’NIH hanno analizzato i dati di uno studio sulla salute agricola (AHS) che ha coinvolto 49.922 applicatori di pesticidi Iowan e North Carolinian. Gli applicatori hanno riportato l’uso di dicamba durante due periodi di iscrizione: (1993-1997) e (1999-2005). I ricercatori hanno calcolato l’esposizione a dicamba usando giorni di vita ponderati per intensità, misurazioni cumulative dell’uso specifico di pesticidi e varie diagnosi di cancro incidente e adeguate per ritardi di esposizione fino a 20 anni. Per valutare i rischi relativi (RR) con un intervallo di confidenza del 95% associato a diagnosi di tumore dai periodi iniziali di iscrizione al 2014/2015, i ricercatori di NIH hanno utilizzato un modello di regressione multivariabile di Poisson.

Oltre la metà (52,9%) di tutti gli applicatori di pesticidi nello studio usa dicamba. I partecipanti che riportano l’uso di dicamba sono ad alto rischio di sviluppare carcinoma epatico e del dotto biliare intraepatico e leucemia linfocitica cronica ai massimi livelli di esposizione. Inoltre, i rischi di esposizione alla dicamba sono associati al carcinoma epatico e alla leucemia mieloide acuta, fino a 20 anni dopo l’esposizione chimica.