La guida completa del Salvagente alla legge 104

A distanza di quasi 30 dalla sua emanazione, la legge n. 104 del 1992 ancora lascia sorpresi. Naturalmente, in maniera positiva. Il provvedimento coincide infatti con la chiusura inaspettata di un lungo periodo di riforme previdenziali e assistenziali che per molti decenni erano state l’orgoglio del nostro paese, collocando il suo sistema pensionistico tra i primi del mondo. Erano evidentemente altri tempi. Lo stesso anno avrebbero preso inizio pensieri e norme di ben altro spessore e sensibilità sociale. L’allungamento dell’età pensionabile, specie a danno delle lavoratrici, il passaggio dal sistema retributivo al contributivo, il taglio delle pensioni di riversibilità, la prima incursione “retroattiva”, a fine dicembre del 1992, sui conti correnti dei cittadini italiani.

La legge n. 104 non toglie qualcosa agli Italiani, ma, come è giusto che sia in un paese davvero civile e consapevole, riconosce ai cittadini disabili e alle loro famiglie diritti e agevolazioni rilevanti e ancora oggi, trascorsi tanti anni, e nonostante la crisi in atto, ancora mantiene inalterati il suo valore sociale.

Per questo il Salvagente ha voluto dare alle stampe una guida alla legge 5 febbraio 1992, n. 104 e alle varie agevolazioni introdotte a favore dei cittadini interessati nel corso degli anni, che ha l’unico scopo di riuscire a rispondere in maniera semplice e immediata alle domande e ai tanti dubbi dovuti ad un’insufficiente conoscenza dei diritti sanciti a favore dei portatori di disabilità e delle loro famiglie,

Va precisato subito che la Legge n. 104/92, nell’affrontare le questioni legate alla disabilità dei soggetti interessati e nel prevedere regole e agevolazioni, è sostanzialmente diversa dalla più nota invalidità civile. Per tale motivo, bisogna distinguere cosa si vuole ottenere.

La guida che potrete acquistare direttamente nel nostro negozio on line o che potreste ricevere gratuitamente abbonandovi è quindi suddivisa in due parti. La prima affronta la questione dei benefici introdotti dalla legge n. 104/92 con particolare riferimento ai “permessi” sul lavoro e alle agevolazioni di carattere fiscale, la seconda è invece dedicata all’invalidità civile, dalla presentazione della domanda al successivo riconoscimento finalizzato alla liquidazione di una provvidenza economica in rapporto al grado di invalidità riconosciuto. Infine abbiamo inserito un’appendice con gli estratti principali e più significativi della legge.