Lavorare con l’agricoltura bio: un master ad hoc all’Università di Bologna

Produzione biologica: dal campo alla commercializzazione” è questo il titolo del master di I livello organizzato dall’Università di Bologna e da quella di Parma con l’obiettivo di “formare figure professionali che credano nel valore del bio e che sappiano farne un’attività di successo”.

Le iscrizioni (qui sono disponibili tutte le informazioni) sono aperte fino al 19 dicembre e i posti disponibili sono 30. Il direttore del master è il professor Giovanni Dinelli, Dipartimento di Scienze e Tecnologie agro-alimentari, dell’Università di Bologna e il periodo di svolgimento dei corsi va da gennaio 2020 a marzo 2021 con lezioni teoriche in aula – condotte da esperti riconosciuti del settore – e attività pratiche, svolte sotto forma di tirocinio (qui l’elenco completo) presso aziende agricole o aziende agro-alimentari biologiche.

Tra i docenti, tanti “amici” del Salvagente

Oltre al professor Dinelli che i lettori del Salvagente conoscono bene per i suoi interventi sul nostro giornale, tra i docenti del master ci sono altre “firme” ben note ai nostri lettori come Roberto Pinton, presidente di Assobio e grande esperto del settore, e la nutrizionista Roberta Alleva, docente all’ateneo bolognese.

“Il Master – spiegano gli organizzatori – si propone di formare figure professionali che credano nel valore del biologico e che sappiano farne un’attività di successo, sfruttando i
trend del mercato che lo vedono come unico settore nell’agricoltura a crescere senza subire gli effetti della crisi. Chi frequenterà questo master, al termine, sarà in grado di organizzare e coordinare una produzione biologica, con particolare riferimento all’evoluzione delle nuove disposizioni normative per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola e agroalimentare, allo sviluppo delle tecnologie e dell’agricoltura 4.0,
all’evoluzione del mercato, dei gusti e dei linguaggi dei consumatori”.

Gli sbocchi professionali

Considerando il costante sviluppo del settore, scrivono gli organizzatori sul sito del master, la progressiva crescita di interesse e consapevolezza dei consumatori e la sempre maggior attenzione da parte delle istituzioni, il mercato del biologico richiede persone qualificate, competenti e motivate.

A tal fine, tra gli sbocchi previsti è possibile citare:

– la gestione di aziende agricole operanti in regime biologico;

– l’attività di affiancamento dal punto di vista tecnico, gestionale e commerciale per aziende attive nel campo dell’agricoltura biologica;

– l’attività di controllo e le procedure di certificazione della filiera nell’ambito dell’agricoltura biologica;

– l’attività di guida e coordinamento tecnico di associazioni di produttori biologici;

– servizi di consulenza rivolti ad aziende agroalimentari e di distribuzione che vogliano accrescere o consolidare il settore dei prodotti biologici.

Per informazioni e iscrizioni si può visitare il sito del master o chiamare il numero 051 2098036.