Glifosato, in Canada parte la prima class action contro Monsanto-Bayer

In Canada, patria del glifosato impiegato anche in pre-raccolto come “essiccante” del grano, parte la prima class action conro Monsanto-Bayer, il colosso del biotech proprietario dell’erbicida a base di glifosato più usato al mondo, il Roundup.

Secondo quanto raccolto dalla Cbs News, lo studio legale Diamond & Diamond ha intentato una causa collettiva di 500 milioni di dollari rappresentando al momento una sessantina di persone che sostengono di essersi ammalate di cancro – incluso al cervello e al palmone – a causa del glifosato. Tuttavia molte altre persone potrebbero unirsi alla class action nelle prossime settimane.

Gli aderenti all’azione hanno dichiarato che non cercano solo una compensazione economica ma anche una “modifica di comportamento” da parte delle aziende dell’agrofarma in modo che simili effetti sulla salute umana non accadano più in futuro.

“Se non ci sono queste cause legali che costringono aziende come la Monsanto a sborsare ingenti somme, le aziende non hanno alcun incentivo a cambiare il modo di produrre“, ha detto a CBC News Darryl Singer, responsabile del contenzioso commerciale e civile della Diamond & Diamond.

Negli Stati Uniti Monsanto-Bayer è stata condannata in tre cause ha risarcimenti milionari nei confronti di persone che si erano ammalate a causa del glifosato e nei tribunali americani pendono decine di migliaia di ricorsi contro il famigerato erbicida.