Mal di schiena, dal cuscino lombare al sedile che massaggia: ecco i falsi rimedi

Le ore consumate seduti in ufficio davanti a un computer non producono solo stanchezza ma anche mal di schiena. Per questo, in commercio esistono diversi oggetti che servono a contrastare questo problema e dare sollievo. Il magazine francese 60 millions de consumateurs ha dedicato un confronto ad alcuni di questi prodotti, grazie ai commenti degli specialisti interpellati. Vediamone un po’

Doppia palla da massaggio per alleviare la tensione

Progettata per trattare la tensione muscolare, in particolare nel collo e nella schiena, questa palla da massaggio Duoball Blackroll è composta da due sfere contigue. Misura 8 o 12 cm, a seconda del modello, a un costo tra i 18 e i 25 euro. “Il vantaggio di questa separazione in due parti è che non supportiamo direttamente le vertebre, ma la muscolatura circostante”, afferma il fisioterapista Christophe Geoffroy (fisioterapista della squadra di calcio francese dal 2012 al 2016 ) che, con Jean-François Harvey, ex allenatore di atletica, osteopata e kinesiologo, è stato consultato da 60 milions. “È un buono strumento per alleviare il mal di schiena (dorsale, cervicale e lombare)”. Nella stessa famiglia, i rulli massaggianti possono anche alleviare “e sostituire un po ‘la mano del fisioterapista”, sottolineano gli specialisti francesi.

Scrivania stand-up per alternare posture

Sedersi nove o dieci ore al giorno è consuetudine per la maggior parte di noi. L’importanza di alternare posizioni e alzarsi regolarmente rimane la regola. Quindi, soprattutto per le persone che già soffrono di schiena, il sit-stand elettrico è una buona opzione (una scrivania che si alza permettendo di lavorare in piedi) … se hanno i mezzi economici. Modelli come lo Start & Go, marchio Audacia, infatti, costano 530 euro. “Previene mal di schiena, problemi cardiovascolari”: la promessa del produttore è vaga, ma l’utilità del prodotto è confermata dai professionisti della salute. “Stare troppo a lungo seduti e statici favoriscono posizioni a volta, che a loro volta possono causare mal di schiena, stress, problemi digestivi, affaticamento”, spiega Jean-François Harvey. È un investimento, ma per le persone che lavorano più di 6 ore al giorno davanti a un ufficio, è davvero interessante perché consente di alternare posture”.

Tappetino per digitopressione: puro marketing

Un tappeto di fiori di plastica lungo 73 cm e largo 45 cm per “rigenerarsi dall’interno e riguadagnare vitalità”. Questa è la promessa di Bioloka, produttore di questo “Campo di fiori” venduto 100 euro. I fiori sono in realtà 221 stimolatori brevettati, ciascuno con 25 petali che terminano in un punto. piccole estremità che, in una sessione di 15 a 45 minuti, causerebbero una leggera pressione su tutta la schiena e stimolando le terminazioni nervose. Perplessi gli esperti: “Siamo in presenza di un prodotto puramente commerciale! È dubbio che lo stesso tappeto possa premere i punti della digitopressione”.

Il cuscino lombare: inutile, persino controproducente

Il riflesso del cuscino lombare per la schiena rimane un classico. “Abbiamo individuato i cuscini lombari Original McKenzie, venduti da 20 a 42 € a seconda del modello” spiega 60 millions. E questa non è necessariamente la soluzione giusta: “Questi cuscini possono avere un effetto negativo, perché consentono al loro utente di lasciarsi andare”, ha dichiarato Jean-Francois Harvey. “Ciò che è importante”, continua l’osteopata, “è soprattutto non avere una posizione piegata, ma, al contrario, avere il bacino neutro, la colonna allungata. La cosa migliore è cambiare posizione regolarmente”.

Il sedile per il massaggio: può danneggiare la colonna

Non hai tempo di andare dal fisioterapista o dall’osteopata? La poltrona da massaggio “schiena e cervicale” installata su una sedia, marchio Comfort Gel HoMedics e venduta per circa 350 €, promette di rilassarsi in profondità. Meglio, le sue testine da massaggio rivestite con un “gel comfort” imiterebbero perfettamente le dita di un massaggiatore. Ma nulla può sostituire l’esperienza e la pratica di un professionista, avvisano gli esperti: “Il rischio è che massaggi nel posto sbagliato e direttamente sulla colonna vertebrale, il che non è davvero raccomandato.”