eBay e Amazon nel mirino: vendono illegalmente glifosato

La guerra ai pesticidi sta imperversando arrivando a coinvolgere anche due giganti delle vendite on line: Amazon e eBay chiamate in causa dall’associazione Eau et Rivières de Bretagne che li ha accusati di vendere ancora erbicidi a base di glifosato nonostante la legge francese vieta espressamente  “l’immissione sul mercato, la consegna, l’uso e la detenzione di prodotti fitofarmaceutici per un uso non professionale dal 1 ° gennaio 2019”.

L’associazione ha presentato due denunce nella Côtes-d’Armor: “Vogliamo sfidare il governo ad affrontare questo stato di cose, che le autorità giudiziarie afferrano il caso per far rispettare la legge”, ha dichiarato Brieuc Le Roch, avvocato dell’associazione.
La pena massima per il reato di “vendita illegale di prodotti sanitari” è di 300.000 euro di multa e 2 anni di reclusione.

Eau et Rivières de Bretagne ha avviato diverse procedure contro questo tipo di reati in passato. In precedenza, era vietata solo la pubblicità di questi pesticidi. Pertanto, l’associazione aveva presentato un reclamo contro la società Shopix che distribuiva volantini di vendita contenenti un erbicida vietato per la vendita. Prima era toccato a Monsanto condannata per pubblicità dei prodotti vietati.

La risposta di Amazon non è tardata ad arrivare: “Chiediamo a tutti i fornitori di rispettare le nostre politiche di vendita e di avere team con strumenti dedicati per garantire che i prodotti vietati non appartengano al nostro negozio. Per questo il prodotto in questione è stato cancellato“.