Le microplastiche rendono (anche) il terreno meno fertile

Oramai non ci sono dubbi sul fatto che i rifiuti di plastica hanno un effetto dannoso sulle acque dei mari, dei fiumi e degli oceani. Oggi una nuova ricerca documenta che le microplastiche possono rendere i suoli significativamente meno fertili. E’ quanto sostiene una ricerca pubblicata su Environmental Science and Technology.

Gli scienziati hanno scoperto che le microplastiche bloccano la crescita dei vermi, il che potrebbe avere gravi ripercussioni su interi ecosistemi e inibire la crescita delle colture che alimentano gli esseri umani. Secondo lo studio, l’esposizione alla plastica comunemente usata nella produzione di bottiglie e borse di trasporto ha fatto perdere ai lombrichi il 3,1% del loro peso in un periodo di 30 giorni. Nello stesso periodo, i lombrichi che vivevano in un suolo non inquinato da plastica avevano aumentato il loro peso del 5,1 per cento.

Ciò è preoccupante perché i vermi sono “ingegneri dell’ecosistema”: ingeriscono materia organica morta e contribuiscono alla disponibilità generale di nutrienti. Perdendo peso possono danneggiare seriamente la biodiversità generale.

“È quindi altamente probabile che qualsiasi inquinamento che influisce sulla salute della fauna del suolo, come i lombrichi, può avere effetti a cascata su altri aspetti dell’ecosistema del suolo, come la crescita delle piante”, ha affermato il coautore Connor Russell dell’Università di Anglia Ruskin.

Le microplastiche provengono da imballaggi per alimenti, borse e fibre sintetiche che si trovano nei prodotti per l’igiene personale. inquinano acque e terreni e non è escluso che possano entrare nella filiera alimentare. Il rischio per le persone non è ancora noto, ma la preoccupazione è che queste sostanze possano accumularsi negli organismi e, addirittura, che pezzi più piccoli possono entrare nel flusso sanguigno.

I ricercatori hanno, in particolare, esaminato gli effetti dell’acido polilattico biodegradabile (PLA), del polietilene ad alta densità (HDPE) e delle fibre di abbigliamento in microplastica (acrilico e nylon) nel suolo. Gli scienziati hanno scoperto che l’HDPE – comunemente usato in bottiglie e sacchetti di plastica – ha portato a una diminuzione del pH del suolo.

I ricercatori non conoscono i motivi specifici per cui la plastica provoca la perdita di peso dei vermi: una spiegazione può essere il fatto che le micro plastiche ostruiscono e irritano il tratto digestivo, limitando l’assorbimento dei nutrienti e riducendo la crescita.

I vermi sono vitali per l’equilibrio dell’ecosistema, creando pori nella terra attraverso i quali entrano ossigeno e acqua. Anche le loro feci sono molto importanti e sono responsabili della struttura fine della mollica in alcuni terreni.