Glifosato, Trump non vuole le indicazioni di rischio in etichetta

L’amministrazione Trump ha invitato le aziende americane a non avvertire i consumatori che i loro prodotti contengono glifosato. La decisione fa riferimento a un regolamento della California che prevede che nelle etichette dei prodotti venga indicato il Roundup, erbicida Monsanto, come nota sostanza cancerogena. Proprio per questo negli Usa ci sono migliaia di cause aperte da parte di cittadini che accusano proprio il glifosato di averli fatti ammalare. A riportare la notizia è la Cbs: L’agenzia di protezione ambientale Usa (Epa) ha reso noto che non approverà più le etichette così come volute dalla California.

Invece di andare nella direzione delle legittime preoccupazioni dei consumatori, l’amministratore dell’Epa, Andrew Wheeler, ha dichiarato che tali etichette sono “irresponsabili”, citando le conclusioni dell’EPA secondo cui la sostanza chimica non rappresenta un rischio di cancro. Al contrario, l’agenzia per il cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che la sostanza chimica è “probabilmente cancerogena per l’uomo”.