La ruota di scorta tradizionale? Per Peugeot (e le altre) è un optional

Ho acquistato circa un mese fa una Peugeot 208 Allure, che di serie ha cerchi in lega da 16″, e ho chiesto e pagato 150 euro per la ruota di scorta al posto del ruotino. Dopo pochi giorni dal ritiro dell’auto, mi sono accorto che la ruota di scorta non è della stessa Marca e non ha le stesse dimensioni di quelle montate: Ruota di scorta 185/65 R15 Continental; Ruote veicolo 195/55 R16 Michelin Energy. 

Il Concessionario, a cui chiedevo di cambiare la ruota di scorta, mi ha detto che in tutte le auto dello stesso modello vendute da Peugeot la ruota di scorta è di misura diversa dalle altre e quindi può avere solo un uso temporaneo. 

Mi domando se questa pratica commerciale è comune ad altre le marche ed è normale o è scorretta. Sul contratto è specificato “ruota di scorta omogenea”: per me vuol dire che il cerchione può non essere in lega, la marca del pneumatico e il suo battistrada diversi, ma le dimensioni uguali, altrimenti il suo uso sarebbe limitato come quello di un ruotino (vel. Max 80 km/h).
Ho la patente e guido da 54 anni e nella mia esperienza le ruote di scorta sono uguali alle altre e possono così essere usate anche nella “rotazione” periodica.

Inoltre, visto che il Codice della Strada prescrive di montare pneumatici uguali sullo stesso asse, se accade un incidente quando sull’auto è montato un pneumatico diverso dagli altri, oltre a rischiare una multa, l’assicurazione potrebbe reclinare ogni responsabilità e non pagare gli eventuali danni. E’ vero? Che ne pensate?
Grazie.

Mario

 

Anche se istintivamente condividiamo il disappunto del nostro lettore, abbiamo verificato che la casa automobilistica ha agito correttamente, dato che il listino ufficiale Peugeot riporta, tra gli elementi opzionali acquistabili per il modello di auto indicato, Ruota di scorta 15”.

La prassi di fornire una ruota di scorta dal diametro leggermente inferiore è condivisa da pressoché tutte le aziende per due motivi: lo spazio nel bagaglio, che sarebbe ridotto se si inserisse una ruota più grande, e il peso della vettura, che altrimenti aumenterebbe con conseguenze anche sui consumi.
Certo è, d’altra parte, che fornendo lo stesso tipo di ruota di scorta per più modelli di auto (e non uno specifico per ogni modello), le aziende riescono anche a trarre un vantaggio economico per se stesse, ottimizzando i costi.

Ricordiamo infine che la ruota di scorta, così come il “ruotino”, non sono obbligatori per legge: se l’auto non ne è provvista, non si rischia alcuna sanzione in caso di controlli.
Ma per una questione di sicurezza, molti automobilisti scelgono di acquistarla per avere una soluzione immediata in caso di foratura di uno pneumatico.
Questa soluzione, però, non può che essere esclusivamente temporanea, consentendo all’automobilista di raggiungere l’officina o il centro di assistenza più vicino, nel rispetto dei limiti di circolazione e velocità imposti dal Codice della Strada.