Aldi Italia e Chef Express premiate per l’impegno nel benessere animale

Aldi Italia e Chef Express, società che gestisce la ristorazione del Gruppo Cremonini, sono i vincitori italiani del Premio Good Egg indetto, a livello globale, da Compassion in World Farming (Ciwf) come riconoscimento dell’impegno delle aziende alimentari a migliorare gli standard di benessere animale nelle proprie filiere, soprattutto nella dismissione dei sistemi in gabbia. Le due aziende fanno parte delle 50 premiate a livello globale per il benessere animale in generale: grazie a loro oltre 39 milioni di animali potranno vivere ogni anno una vita migliore.

“Gli impegni ad abbandonare le gabbie stanno prendendo sempre più piede e i nostri Premi sono un ottimo modo per riconoscere i meriti di quelle realtà che stanno facendo la loro parte per migliorare la vita degli animali d’allevamento e incoraggiare il resto del settore a seguire la loro leadership” ha commentato Elisa Bianco, responsabile del Settore Alimentare di CIWF in Italia, aggiungendo: “Speriamo che, così come sta succedendo per le galline, possa presto finire l’era delle gabbie anche per i conigli italiani, e che i sistemi combinati per le ovaiole restino solo un esempio di sistema anacronistico, perché un allevamento pensato per potere essere convertito in qualsiasi momento in gabbia continua a commettere lo stesso errore del passato: non mettere al centro il benessere degli animali.”

Aldi e Chef Express si sono impegnate a eliminare dalle proprie filiere non solo le gabbie arricchite, ma anche i cosiddetti sistemi combinati. Questi sistemi, benché possano essere etichettati come “a terra”, sono composti da strutture multipiano dotate di “cancelletti” che, se chiusi, possono convertire il sistema in un allevamento in gabbia. Si tratta di sistemi inadatti per il benessere delle galline e che non rispondono affatto alle richieste dei consumatori.

“Siamo orgogliosi di avere aderito volontariamente al progetto e all’impegno con Ciwf. Il nostro obiettivo è quello di potere contribuire a migliorare il benessere animale e, in particolare, ad aumentare il numero di galline ovaiole non allevate in gabbia, puntando anche a svolgere nel prossimo periodo eventi formativi e divulgativi per aumentare il livello di conoscenza e consapevolezza del consumatore” ha commentato Sergio Castellano, Direzione Assicurazione Qualità e Ambiente di Chef Express.