Cartoni per la pizza tossici, un altro sequestro dei Nas

Altri 50mila contenitori per la pizza di asporto sono status sequestrati dal Nas di Bari: si aggiungono ai 25mila che sempre nel capoluogo pugliese i carabinieri hanno sequestrato poco giorni fa. Lo stringato comunicato dei Nas spiega che: “A seguito di un’ispezione effettuata presso due diverse aziende baresi, i militari pugliesi hanno effettuato il sequestro di oltre 50.000 contenitori in cartone per il trasporto di pizza in quanto privi delle previste indicazioni per la rintracciabilità. Il valore complessivo della merce oggetto della misura è di 7000 euro”. Come già scrivevamo qualche giorno fa, non sappiamo se il sequestro è collegato in qualche modo all’inchiesta scaturita a seguito del nostro test pubblicato sul numero di aprile del nostro mensile: quel che è certo è che l’attenzione circa la presunta tossicità di questi contenitori non si placa.