“Monsantogate”, Bayer costretta a scusarsi. Ma a Parigi l’inchiesta non si ferma