“Chi maltratta paga”. Lav nelle piazze per la petizione contro la violenza sugli animali

Curious Sheep, Livestock Transportation

Questo fine settimana del 30-31 marzo e in quello successivo, Lav sarà in piazza in molte città d’Italia per fermare le violenze sugli animali: si potrà firmare la petizione che chiede a Governo e Parlamento di rafforzare la Legge 189/04, con pene più severe ed efficaci, e scegliere le uova di Pasqua LAV in cioccolato fondente e biologico del commercio equosolidale Altromercato, che aiuteranno l’associazione a prendersi cura degli animali sottratti ai maltrattamenti

MALTRATTAMENTI SUGLI ANIMALI: PICCOLI REATI?

“I reati contro gli animali non sono “piccoli reati”, come provocatoriamente afferma lo spot diffuso dall’associazione, né crimini di serie B, ma veri e propri delitti, talvolta efferati, spia di una violenza che in molti casi non si limita “solo” agli animali” afferma l’associazione. In Italia ogni ora viene aperto un fascicolo per reati contro gli animali, ogni ora e mezza una persona viene indagata (dati: Osservatorio Zoomafia LAV 2017).

CHI MALTRATTA PAGA DAVVERO?

Quindici anni fa, anche grazie a LAV, veniva approvata la Legge 189/04 sul maltrattamento di animali, una conquista storica che ha consentito di salvare migliaia di vite. Eppure, non sempre chi maltratta paga. Sono tanti – troppi – i casi che sfuggono alle maglie della giustizia: LAV ne ha analizzati i più noti ed emblematici in un report.“A distanza di quindici anni dobbiamo e vogliamo migliorare la Legge 189/04, affinché nessun crimine contro gli animali resti impunito, nessuna vittima sia lasciata nelle mani del suo aguzzino, nessun responsabile sfugga alla giustizia e, perché, finalmente, i reati contro gli animali vengano riconosciuti in quanto tali, come atti diretti contro esseri viventi e non come semplice offesa al sentimento della pietà umana verso gli animali”dichiara LAV, che ha lanciato la petizione #CHIMALTRATTAPAGA per chiedere pene più severe ed efficaci per chi maltratta gli animali.

COSA CHIEDE LAV A GOVERNO E PARLAMENTO?

Le richieste contenute nella petizione #CHIMALTRATTAPAGA, in pillole:

  • pene più severe per chi maltratta animali (con aggravanti, ad esempio, se in presenza di minori), perché possano essere un più efficace deterrente;
  • una nuova disciplina della confisca obbligatoria, al fine di impedire che l’animale resti in custodia e nella disponibilità del suo aguzzino, come purtroppo accade spesso;
  • che la norma sia posta a protezione non solo del sentimento per gli animali, come è oggi, ma anche dell’animale stesso in quanto soggetto di diritto;
  • che venga introdotto il reato di strage di animali (art. 544-bis c.p.), per contrastare le uccisioni di massa di animali, come ad esempio nei casi di avvelenamento, fattispecie estremamente frequente;
  • un quadro normativo che riconosca e valorizzi i Centri di accoglienza degli animali sequestrati e confiscati.

Il testo integrale della petizione è scaricabile QUI: https://bit.ly/2uurnrF.

COME SALVARLI, OGGI?

In attesa di un quadro normativo rinnovato, che oltre all’inasprimento delle pene, preveda disposizioni specifiche e più efficaci su sequestri, confische e presa in carico degli animali vittime di violenze, è possibile sostenere LAV nel prendersi cura di molti animali sottratti ai maltrattamenti e di salvarne altri, scegliendo le uova di Pasqua LAV, il cui ricavato sarà dedicato agli animali maltrattati.

Basterà andare in una delle tante piazze (www.lav.it/lav-in-piazza) dove saranno presenti i volontari LAV nei weekend del 30-31 marzo e 6-7 aprile e scegliere le buonissime uova in cioccolato fondente e biologico, quest’anno completamente rinnovate e frutto della collaborazione con Altromercato. E per tutti un regalo! Dal 30 marzo al 28 aprile andando nella più vicina Bottega Altromercato oppure su altromercato.it si potrà approfittare dello sconto del 10% su tutti i prodotti animal free, per un acquisto minimo di 20 euro. Basterà mostrare in Bottega la cartolina LAV ricevuta insieme all’uovo, o inserire il codice indicato in cartolina sul sito.

L’APPUNTAMENTO LAV

Quando

  • 30-31 marzo e 6-7 aprile

Dove

Cosa puoi fare tu

  • vieni i tavoli LAV e firma la petizione
  • scegli l’uovo di Pasqua LAV – Altromercato