“Tre mesi in attesa del telefonino da Moontk. Ma è normale?”

Caro Salvagente, ho ordinato un telefono a Moontk il 23 agosto e non mi hanno ancora spedito nulla e neppure risposto ai parecchi messaggi che ho inviato. Cosa posso fare?

Giuseppe Piccolo

Caro Giuseppe, di Moontech questo giornale si è occupato già in passato per segnalare prodotti ordinati, pagati e mai ricevuti. Il sito già diversi mesi fa aveva chiuso per riaprire e continuare a vendere come moontk. Altro indirizzo che non si apre più… Ancora una volta abbiamo interpellato Fabrizio Premuti, presidente di Konsumer Italia sulla questione.

Continua indisturbata la falcidie di speranzosi acquirenti su Moontech. Il caso lamentato dal lettore è solo l’ennesimo tra quelli che possiamo leggere tutti i giorni anche sullo stesso sito della società.

Purtroppo le nostre raccomandazioni, più volte dispensate anche da queste stesse pagine, restano inascoltate e superate dall’illusione, che i più seguono, di poter acquistare un telefonino ad un costo interessante per poi restare senza soldi e senza telefonino.

Quando si compra online si deve per prima cosa accertarsi dell’esistenza del venditore, se italiano o estero, se il sito riporta tutte le informazioni che di regola devono esserci, dalla PEC alla partita iva, da un numero di telefono che sia attivo ad un indirizzo fisico. Poi della sua reputazione. In internet abbiamo solo l’imbarazzo della scelta per verificare ciò che dicono i consumatori di un certo negozio sia pur virtuale. Mai farsi abbagliare dal prezzo e correre a non perdere la bella occasione di farsi fregare, quando non si è fisicamente davanti alle vetrine e agli oggetti da acquistare la prudenza deve essere doppia, quindi perdere un pò del proprio tempo per non perdere i propri soldi è il consiglio più prezioso si possa dare, anche in virtù del fatto che poi le spese per un’eventuale recupero delle somme sono alte e spesso il recupero è impossibile per venditori esteri ed anche extra UE.

La denuncia alle autorità va sempre fatta se ci si convince di essere stati truffati, forse non sortirà effetti sul proprio caso ma serve ad allertare su disfunzioni che possono essere collettive e non limitate ad una sola persona. Stessa cosa vale per l’Antitrust, in questo caso un sito che risulti truffaldino può essere oscurato. Anche il diritto di ripensamento viene spesso ignorato da società che non siano più che serie.