Rc-auto, gli sconti per chi installa la black box? Tutto rinviato

Gli sconti sulla Rc-auto per chi installa una black box oppure un alcolock? Le riduzioni previste per chi sottopone ad ispezione preventiva il veicolo? Dovevano entrare in vigore a luglio e invece è tutto rinviato. Il motivo? Mancano ancora i decreti attuativi al regolamento varato a marzo dall’Ivass. A rivelarlo il Sole 24 Ore dopo le parole di ieri pronunciate dal presidente dell’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni Salvatore Rossi durante la Relazioni annuale: “Abbiamo emanato lo scorso marzo un nuovo regolamento e Ivass è pronto a svolgere il resto degli adempimenti che la legge gli assegna, ma attende per questo i necessari decreti ministeriali attuativi“.

Nonostante come abbiamo ricordato più volte gli sconti non risolveranno la vita agli assicurati (la percentuale di sconto è decisa dalla compagnia sulla base delle medie praticate in precedenza) tuttavia potevano almeno rappresentare un primo passo verso una riforma del settore. E invece – almeno per l’estate – tutto è rinviato.

Due tipologie di sconti

La legge sulla Concorrenza, dopo anni di gestazione, è stata approvata nell’agosto scorso e per quanto riguarda il capitolo Rc-auto prevedeva diverse novità. In particolare due tipi di sconti.

Il primo, come spiega il portale InsuranceTrade.it, scatta, su proposta dell’impresa e previa accettazione degli assicurati, nel caso in cui ricorra almeno una delle tre condizioni:

  • ispezione preventiva del veicolo, a spese dell’assicuratore;
  • installazione o presenza sul veicolo (se portabili) di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività, quali la scatola nera o equivalenti;
  • installazione o presenza sul veicolo di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge per la conduzione di veicoli a motore (il cosiddetto alcolock).

Il secondo tipo di sconto, definito come “aggiuntivo”, deve essere applicabile ai soggetti

  • che negli ultimi quattro anni non abbiano provocato sinistri con responsabilità esclusiva, principale o paritaria,
  • purché accettino di installare la black box “meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, quali la scatola nera o equivalenti”,
  • risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, individuate dall’Ivass tra le quali Napoli, Roma, Firenze e Genova (clicca qui per verificare l’elenco completo)