Arriva il caldo: i consigli per scegliere il condizionatore più adatto

 

Sembra che dopo una serie di false partenze, la primavera sia entrata nel pieno in tutta Italia, con tanto di innalzamento delle temperature. Per molti sarà l’occasione per comprare un condizionatore da mettere in casa. Ma, come ricorda ConsumerReports, “Le dimensioni contano quando acquisti un condizionatore per finestre”. Ecco alcuni consigli del portale americano per fare la scelta giusta in base alle proprie esigenze, a partire da test di laboratorio. Un condizionatore troppo piccolo, pur facendo risparmiare, farà fatica a mantenere la stanza ad una temperatura confortevole; un modello troppo grande raffredderà la stanza troppo velocemente senza rimuovere abbastanza umidità dall’aria. “I migliori modelli nei nostri test possono raffreddare la stanza in meno di 15 minuti”, afferma Chris Regan, l’ingegnere che supervisiona i test dei condizionatori d’aria di CR.

Le regole per mantenere fresco

I climatizzatori per finestre hanno tipicamente una capacità di raffreddamento che va da 5.000 a 12.500 unità termiche britanniche (Btu / ora). Come regola generale, un condizionatore d’aria ha bisogno di 66 Btu per ogni metro quadrato di spazio vitale. Ma altre caratteristiche della stanza, come l’altezza del soffitto e le dimensioni di finestre e porte, potrebbero richiedere una maggiore potenza di raffreddamento. “Per misurare la tua stanza – scrive ConsumerReports – moltiplica la lunghezza della stanza per la larghezza. Aggiungi insieme le dimensioni delle stanze che non sono separate dalle porte perché il condizionatore d’aria dovrà raffreddare anche quegli gli spazi”. Energy Star, ente governativo Usa, consiglia di apportare modifiche per le seguenti circostanze: Se la stanza è molto ombreggiata, ridurre la capacità del 10 percento; Se la stanza è molto soleggiata, aumentare la capacità del 10 percento; Se più di due persone occupano regolarmente la stanza, aggiungere 600 Btu per ogni persona in più; Se l’unità viene utilizzata in una cucina, aumentare la capacità di 4.000 Btu.

Diverse dimensioni diversa potenza

Ambiente piccolo (da 30 a 90 metri quadri)
Per una piccola camera da letto, un ufficio a casa o una stanza degli ospiti, cerca un condizionatore d’aria con una capacità da 5.000 a 6.500 Btu.

Ambiente medio (da 75 a 120 metri quadri)
Per raffreddare una stanza più grande o più affollata, ti consigliamo di salire a un condizionatore d’aria di medie dimensioni valutato tra 7.000 e 8.500 Btu.

Ambiente grande (da 105 a 185 metri quadi)
Per un soggiorno o una camera familiare, ti consigliamo un grande condizionatore d’aria, da 9,800 a 12,500 Btu, soprattutto se disponi di un open space.

 

L’indice Eer

Gli standard energetici federali più severi per i condizionatori d’aria delle finestre rendono i modelli più nuovi meno costosi. Meglio cercare un’unità con un indice di efficienza energetica (Eer) pari o superiore a 10. Più Eer è alto, più bassi sono i costi operativi. “Mantenere il tuo condizionatore in condizioni ottimali può anche aiutarti a risparmiare – continua il portale americano – Cerca modelli con un filtro facile da rimuovere per una pulizia regolare: un filtro sporco causa un maggiore sforzo del condizionatore d’aria. Molti condizionatori d’aria hanno un timer che puoi impostare per raffreddare la stanza prima di arrivare a casa piuttosto che correre mentre sei via. E alcuni dei nuovi modelli connessi hanno app che ti permettono di regolare le impostazioni in remoto dallo smartphone”. Con questi suggerimenti, è possibile andare a comprare il nuovo condizionatore sicuramente più preparati di prima.