Vernici da casa con elementi tossici e allergeni, ecco le peggiori

Il metilisotiazolinone (Mi) è un conservante altamente allergenico presente in molti prodotti di consumo. È risaputo che si può trovare in cosmetici o prodotti per la pulizia, per cui chi è sensibile a questo elemento può evitarlo, quello che invece ha scoperto il magazine francese 60 millions de consommateurs è che il Mi si trova anche in molte vernici. Dopo averne confrontato 48, di cui diversi venduti anche in Italia, 60 Millions ha accertato che methylisothiazolinone e benzisothiazolinone (lo, un’altra sostanza della stessa famiglia) sono presenti in quasi tutte le vernici testate.

I peggiori anche in Italia

Il peggior prodotto da questo punto di vista è la pittura a olio anti-umidità Julien, che ottiene il risultato peggiore in quanto emissioni di composti organici volatili (Cov) a rischio tossico. Anche la seconda peggiore, la V33, delude per una presenza giudicata pessima di conservanti, punto debole anche per il terzultimo posto della classifica il prodotto Tollens, vernice bianca per interni. Tutte e tre sono commercializzate anche in Italia. Tra le cinque marche migliori, solo la vernice Renaulac è acquistabile dagli italiani, e solo via Amazon.

“L’epidemia di allergie”

Intanto, come ricorda 60 millions, “in tutta Europa, dermatologi e allergologi si trovano ad affrontare una recrudescenza delle allergie da contatto causate da Methylisothiazolinone. Alcuni specialisti non esitano più a parlare di “un’epidemia di allergie” al Mi”. In Francia, la percentuale di persone considerate “sensibili”, vale a dire che sviluppano una reazione allergica (per lo più dermatite) dopo essere state esposte a questa sostanza, è stimata al 2-4% della popolazione.

Etichette opache

Mentre in alcuni cosmetici la presenza di Mi e di altri tiazolinoni è stata vietata, in questi prodotti rimane in gran parte sconosciuta al grande pubblico. Lo studio di 60 Millions mostra che non è sistematicamente annunciato nella lista degli ingredienti, anche quando dovrebbe essere. Il regolamento richiede, infatti, di indicarlo oltre una certa concentrazione. Particolare preoccupante, se si considera che queste vernici vengono spesso usate per pavimenti, mura, soffitti di stanze in cui viviamo e respiriamo tutti i giorni.