Test sulle creme solari: ci scrive l’editore di Ocu

“Gentile direttore,

le scriviamo in merito all’articolo dal titolo “baciati dal sole senza danni alla pelle” – pubblicato sulla rivista “Il Salvagente” di luglio 2017 nella versione sia cartacea che on line –  e all’articolo dal titolo “La miglior crema solare? Sceglietela con il nostro test” – pubblicato sul sito ilsalvagente.it il 29 giugno 2017, entrambi a firma Ylenia Monti.

Nei predetti articoli si lascia intendere che i test sulle creme solari siano stati realizzati da “Il Salvagente” (“noi lo abbiamo fatto per voi, bocciando e promuovendo alcuni dei prodotti che sono sul mercato”, “Sceglietela con il nostro test”) e si afferma che il test sarebbe stato da voi “fatto con l’aiuto della associazione spagnola Ocu”.

Tali affermazioni non rispondono al vero, in quanto:

  • Il test in questione è stato realizzato nell’ambito di un progetto ICRT (International consumer research and testing), organizzazione internazionale che riunisce le più importanti associazioni indipendenti di consumatori europee;
  • La nostra associazione non ha mai offerto (né alla stessa è stato mai chiesto) alcun “aiuto” né altra forma di collaborazione con “il Salvagente” per la realizzazione e/o la pubblicazione del test;
  • Le analisi effettuate e i risultati del test pubblicati dal Salvagente appartengono a ICRT e la loro pubblicazione e diffusione è riservata ai suoi membri (in Italia, ad Altroconsumo). La vostra pubblicazione ha pertanto violato i diritti di proprietà intellettuale e di utilizzo del test e dei suoi risultati.

Sagrario Luengo Gonzàlvez

Editora responsabile OCU Ediciones

 

Gentilissima Luengo Gonzàlvez,

l’articolo è stato stato scritto sulla scorta dei lavori pubblicati dal mensile britannico Which? (in abbonamento) e dalla vostra associazione (in questo caso era liberamente consultabile sul web). Nei pezzi credevamo di averlo messo adeguatamente in rilievo, se questo ha provocato incomprensioni, ovviamente, ce ne rammarichiamo. Dei due lavori abbiamo selezionato i marchi in vendita in Italia per rendere più ampia la presenza di prodotti analizzati.

La frase contestata “Abbiamo messo sotto la lente 14 prodotti (…) con l’aiuto del mensile Which? e dell’associazione spagnola Ocu” serviva a rendere chiara la fonte delle analisi, come spiegato più in dettaglio nell’articolo che le descrive, e a far capire ai lettori che i giudizi assegnati dal Salvagente si basavano, oltre che sulle prove strumentali dei due organismi, anche sulla valutazione degli ingredienti indesiderati che è parte integrante e fondamentale delle tabelle ed è opera nostra.

Nella versione pubblicata su ilSalvagente.it ci viene contestato, tra l’altro, di esserci attribuita la paternità del giudizio (e delle promozioni e delle bocciature) dei prodotti. È esattamente quanto abbiamo fatto: nei test pubblicati da Ocu e Which? solo due creme sono state giudicate di “cattiva qualità”, in quello che abbiamo pubblicato noi, la valutazione di ingredienti che riteniamo sospetti di tossicità ci ha indotto bocciare ben 7 prodotti, con giudizi che sono frutto del lavoro redazionale e degli esperti che abbiamo consultato. E dei quali, ovviamente ci prendiamo la responsabilità.