Addio peli superflui? Gli epilatori a luce pulsata non sempre mantengono le promesse

Sognate di sbarazzarvi per sempre dei peli superflui e avete pensato di acquistare un epilatore a luce pulsata?
Il numero in edicola del Salvagente ha pubblicato un test del periodico dell’Associazione consumatori della Svizzera italiana, La borsa della spesa, condotto chiedendo a un gruppo di 20 volontarie di sperimentare 6 apparecchi. Tutti fanno la stessa promessa: eliminare i peli superflui comodamente a casa propria.

Non per tutte

In generale dalla comparazione emerge con forza che l’investimento economico necessario per portarsi a casa uno di questi apparecchi non è irrilevante. Inoltre l’epilazione non è adatta a tutti ed è soggetta a rigorose condizioni di utilizzo. I flash di queste lampade rendono il massimo quando la carnagione è chiara e i peli sono molto scuri. E non a caso. I raggi luminosi di questi apparecchi attaccano la melanina del pelo (pigmento presente in maggior quantità nei peli neri) che subisce un forte aumento di temperatura. Questo calore viene poi trasmesso al bulbo pilifero che si scioglie. I peli cadono e non dovrebbero più ricrescere. La luce pulsata è ideale per le superfici ampie, come cosce, polpacci o braccia.
Per verificare le affermazioni dei fabbricanti, La borsa della spesa ha fatto provare gli apparecchi a 20 donne, tutte con la carnagione chiara e i peli scuri, che li hanno utilizzati per due mesi di seguito, circa 20 volte. Ogni donna ha adoperato i 6 epilatori su zone delimitate delle gambe. Con quale risultato?

Due soli hanno meritato il buono, ben 4, di quelli venduti in Italia, si sono dovuti accontentare del sufficiente. E non c’è da affidarsi al prezzo per avere garanzie di qualità: tra i promossi “per un pelo” ci sono apparecchi a poco più di 150 euro così come modelli che superano i 500 euro.

Nel complesso, comunque, una buona notizia visto che nel 2012 un test condotto a livello europeo aveva rilevato numerosi effetti indesiderati (ustioni, orticaria, pelle squamata) sul 30% delle donne che si erano sottoposte alla prova.

Mai con la pillola

Attenzione perché ci sono diverse controindicazioni all’uso degli epilatori. Innanzitutto, la luce pulsata e l’abbronzatura non vanno d’accordo per questo è consigliabile iniziare il trattamento di depilazione definitiva in autunno, meglio su peli molto lunghi.
Ma il sole non è l’unica controindicazione. Questi apparecchi non devono essere usati in presenza di tatuaggi, varici, nei, voglie, cicatrici e abrasioni. Non devono essere utilizzati anche se si assumono farmaci che rendono la pelle fotosensibile. Per esempio, la pillola anticoncezionale, antinfiammatori, antistaminici, immunosoppressori. La lista, comunque, potrebbe allungarsi, per questo è sempre buona regola leggere attentamente le istruzioni riportate nei foglietti illustrativi contenuti nelle confezioni.