Termovalvole: finiranno davvero le liti condominiali?

Caro Salvagente,

sono un tuo caro lettore da molti anni e, seppur ho avuto modo di apprezzare molto la testata il Test-Salvagente, sono molto contento che sia tornata la “nostra” storica testata. Volevo rivolgervi una domanda visto che ve ne siete occupati più volte: con le installazioni delle valvole termostatiche e i contabilizzatori nei condomini con riscaldamento centralizzato, si risolverà davvero il problema delle ore di accensione della caldaia e ognuno pagherà in base ai suoi consumi effettivi oppu- re è solo una spesa in più per noi condomini? E ancora: verranno annullate le ore di accensione della caldaia a seconda della zona climatica oppure tutto resterà in vigore? Secondo me si dovrebbe lasciare la caldaia condominiale accesa dalle ore 6 alle 23, poi ogni condomino, regola le valvole a secondo delle proprie esigenze. Che ne pensate?

Giuseppe R., Roma

virgolette aperturaCaro Giuseppe,

grazie per gli apprezzamenti e siamo davvero contenti che sia tornata la “nostra” testata. Quanto al quesito vale la pena ricordare che con il decreto Milleproroghe approvato dal governo il 29 dicembre scorso (e in questi giorni alla Camera per l’ok definitivo alla conversione in legge) è stata varata la proroga al 30 giugno prossimo per rispettare l’obbligo di dotare i caloriferi, alimentati da un impianto centralizzato, di termovalvole e contabilizzatori. Uno slittamento reso necessario dall’effettiva esigenza di molti condomini di poter mettere a norma i propri impianti di riscaldamento.

Le zone climatiche e le rispettive date di accensione e spegnimento dei riscaldamenti non verranno affatto abo- lite. Per i condomini, invece, non ci sarà più il limite di accensione a 12 ore. Ogni appartamento però pagherà, grazie ai nuovi dispositivi e alla lettura degli stessi, in base all’effettivo consumo di metano da riscaldamento a prescindere da quante ore è accesa la caldaia centrale.

Discorso diverso per le “liti condominiali” che puntualmente scattano quando l’assemblea è chiamata a decidere quante ore tenere acceso l’impianto: temiamo che le discussioni rimarranno sempre “accese”. Ma le termovalvole offrono un’opportunità inedita a chi vuol risparmiare sulla bolletta magari quando è fuori casa: basta posizio- narle sullo zero per non pagare.