lunedì, 17 dicembre 2018

e 203

Quel formaggio con coloranti e conservanti più che sospetti

Un lettore ci segnala un formaggio giglio sardo in cui figurano l'E150 d, l'E 203, e l'E 235 e ci chiede se l'alimento può essere commercializzato. La risposta è che, sì, il prodotto può essere venduto ma gli additivi che impiega sono tutt'altro che al di sopra di ogni sospetto