venerdì, 14 dicembre 2018

Cassazione 482/2017

Pensioni, l’Inps non può richiedere le cifre erroneamente accreditate

L'Istituto addebita due volte - su due trattamenti diversi intestati alla stessa persona - degli importi e poi, "accortosi" dell'errore, richiede indietro la cifra. Ma la sentenza della Cassazione 482/2017 ha posto uno stop a queste pratiche. Il parere del nostro esperto Paolo Onesti