Allergia da acari, le cause e i rimedi

Con l’inizio della primavera ricominciano a far capolino tra i fastidi quotidiani di italiani le allergie da acari. Questi organismi quasi invisibili che spesso si annidano nei materassi possono essere infatti molto rognosi. Vediamo di capire come affrontarli e limitare i danni.

Cosa sono e come agiscono

Gli acari del materasso sono dei minuscoli artropodi della grandezza di un quarto di millimetro, dunque anche se è molto complicato si possono vedere ad occhio nudo. Che ci fanno sul materasso, sui cuscini e tra le lenzuola? Semplice: si nutrono proprio della pelle umana, o meglio delle scaglie che lasciamo sui tessuti. Ma non solo: funghi, frammenti di insetti in decomposizione, muffa, polline. A scatenare le allergie della polvere, però, non sono gli acari direttamente ma i loro escrementi.

Sintomi

E proprio alcuni sintomi che si scatenati la notte possono essere avvisaglie proprio di un’allergia causata dagli acari della polvere. Questi sintomi sono soprattutto respiratori, tra cui rinite e asma, ma possono arrivare anche a reazioni cutanee, come arrossamento e gonfiore agli occhi, lacrimazione, fastidio alla luce, debolezza. Altri sintomi comuni sono il prurito al naso, al palato e alla gola. Anche la pelle ne può fare le spese con arrossamenti, eruzioni e dermatiti come l’eczema atopico. Il prurito è spesso localizzato sugli arti o sul cuoio capelluto. Per essere sicuri che i sintomi siano effettivamente dovuti a un’allergia da polvere, è meglio andare da un medico, e su sua indicazione fare un test cutaneo e gli esami del sangue.

Rimedi

vediamo ora alcuni possibili rimedi contro gli acari. La parola chiave è pulizia.

  • Lavare le lenzuola almeno una volta alla settimana a 60°C
  • Se fa freddo ed è una bella giornata di sole, esporre all’aria le superfici interessate (lenzuola, cuscini, materazzi) aiuta, perché il gelo riesce ad eliminare gli acari.
  • Scegliere le fodere antiacaro, fatte apposta con tessuti a trama fitta per evitare il passaggio degli allergeni.
  • Usare aspirapolvere e purificatori d’aria con filtri di qualità Hepa, in grado di trattenere gli allergeni. Passare l’aspirapolvere in tutti gli ambienti almeno una volta a settimana, anche sul materasso.
  • Preferire i panni elettrostatici per la pulizia, capaci di trattenere gli allergeni invece di disperderli per l’ambiente.
  • Esistono anche gli spray acaricidi, ma vanno utilizzati con cautela e leggendo attentamente le istruzioni.

    Rimedi naturali

Esistono anche rimedi naturali come gli olii essenziali, tra cui l’olio di tea tree e l’olio di neem, che vanno mescolati con l’acqua e nebulizzati sulle superfici interessate. Utile anche il bicarbonato: cospargervi la superficie interessata, lasciarlo agire e poi aspirarlo via dopo un paio d’ore.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021

Disinfestazione

Se tutto questo non bastasse, esistono i servizi di disinfestazione a domicilio, che in genere costano tra i 100 e i 200 euro.