Lidl ha copiato il Bimby e deve ritirare dal mercato il suo Monsieur Cuisine Connect

LIDL

Lidl dovrà ritirare dal mercato spagnolo il robot da cucina Monsieur Cuisine Connect prodotto per il discount da Silvercrest perché è troppo uguale al Bimby della Vorwerk. Il tribunale commerciale di Barcellona ha, infatti, accertato che Lidl ha violato il brevetto del Bimby. La sentenza arriva dopo la denuncia della società tedesca Vorwerk, produttrice del Bimby, nei tribunali spagnoli.

In effetti, a parte il prezzo – dettaglio di non poco conto – i due robot da cucina si somigliano molto: motore da 1000W per la funzione cottura, 800W come mixer, temperatura regolabile dai 37 ai 130 °C (il Bimby si ferma a 120), bilancia con precisione di 5 grammi (Bimby a 1 grammo), impasto a 10 velocità con funzione turbo, cottura a vapore, funzione rosolatura, display da 7 pollici, possibilità di collegarlo al wi-fi di casa e persino funzione CookingPilot con un database che contiene oltre 200 ricette, aggiornabili a costo zero tramite smartphone (sul Bimby sono molte di più, ma richiedono l’attivazione di un abbonamento annuale di 36 euro). Il tutto a 349 euro contro il 1.100 che occorrono sborsare per portare a casa il Bimby.

Perché la condanna di Lidl

Vorwerk ha intentato una causa contro Lidl il 14 giugno 2019 per violazione di brevetto dell’azienda: in Spagna dal 2008 gode della totale protezione delle caratteristiche del suo robot da cucina. Lidl ha iniziato la commercializzazione del suo robot a giungo 2018. Secondo il giudice spagnolo, l’elettrodomestico Silvercrest “riproduce ciascuna delle caratteristiche” del brevetto Vorwerk.

Le conseguenze

La sentenza ordina a Lidl di interrompere importazioni, immagazzinamento, offerte e commercializzazioni della sua macchina e ritirare dal mercato spagnolo tutte le copie in suo possesso e quelle dei suoi distributori. E deve eliminare tutto il materiale pubblicitario e promozionale, compreso quello sul web. La catena deve anche risarcire Vorwek per una cifra pari al 10% delle vendite: l’importo sarà fissato in fase di esecuzione della sentenza, una volta che questa sarà definitiva. Lidl può, infatti, fare ricorso ma deve provvedere a tutti gli estremi della sentenza: in caso contrario, Vorwerk può richiedere l’esecuzione provvisoria della sentenza in assenza di quantificazione del risarcimento del danno. E, infine, c’è da chiedersi cosa succederà sugli altri mercati visto che il robot è in vendita anche in altri paesi, Italia compresa.