Dall’estratto di fico, un aiuto per sconfiggere il diabete

fico

Il contenuto di acido abscisico (ABA) dell’estratto di fico si è rivelato utile nella tolleranza al glucosio e la sensibilità all’insulina, riducendo l’infiammazione sistemica correlata all’obesità. L’ABA è un ormone vegetale presente nella frutta e nelle verdure ed è anche prodotto nei mammiferi. E’ quanto emerge da uno studio sui topi pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

I ricercatori hanno affermato che i risultati dello studio suggeriscono che l’ABA potrebbe rappresentare un nuovo intervento preventivo o terapeutico per migliorare il controllo glicemico e ridurre l’infiammazione sistemica correlata all’obesità nei pazienti con malattie metaboliche croniche. Obiettivo è quello di continuare gli studi per avere ulteriori conferme.

“Questo studio è il culmine di decenni di ricerca su come ABA esercita le sue proprietà antidiabetiche e antinfiammatorie”, ha affermato il dott. Josep Bassaganya-Riera, uno degli autori dello studio. “Abbiamo già convalidato la sicurezza e la tollerabilità dell’ABA derivato dall’estratto di fico in uno studio clinico di Fase I su persone sane, durante il quale abbiamo dimostrato miglioramenti glicemici. Queste nuove intuizioni supportano ulteriormente lo sviluppo clinico dell’ABA e ci avvicinano ulteriormente ai test clinici di fase II nei pazienti prediabetici. ”