Farmaci veterinari, le regole per trasporto e conservazione a prova di caldo

farmaci

La qualità dei farmaci veterinari, così come quella dei farmaci per uso umano, è essenziale e deve essere garantita in tutta la catena farmaceutica, dalle fasi produttive fino all’utilizzo. Per questo motivo l’Agenzia nazionale per i medicinali veterinari fornisce le sue raccomandazioni per la conservazione dei medicinali e le condizioni di conservazione durante il trasporto.

Conservazione

  • Da + 2 ° C a + 8 ° C: conservazione in un locale refrigerato con monitoraggio della temperatura. I vaccini devono essere conservati in un contenitore refrigerato (se non diversamente specificato).
  • <25 ° C-30 ° C: in caso di caldo estremo, non esporre a temperature troppo elevate.
    In assenza di menzioni specifiche, conservare a temperatura ambiente. Le stesse precauzioni devono essere applicate in caso di caldo estremo.
  • Conservare i farmaci nelle loro confezioni, proteggerli dalla luce e dall’umidità.
  • Conservare i medicinali separati da altri prodotti al fine di limitare il rischio di confusione e / o contaminazione incrociata (se possibile in armadi refrigerati dedicati): prodotti fitosanitari, biocidi, medicinali per uso umano, integratori alimentari, alimenti, ecc.

Trasporto

Le condizioni di conservazione specificate sul foglio illustrativo o sull’etichettatura devono essere osservate durante il trasporto fino all’uso del medicinale veterinario.

  • Medicinali da conservare tra + 2 ° C e + 8 ° C: trasportare in condizioni che rispettino la catena del freddo ma senza causare il congelamento del prodotto (contenitore isotermico refrigerato senza contatto diretto tra le piastre eutettiche e l’imballaggio del farmaco).
  • Medicinali da conservare a temperatura inferiore a 25 o 30 ° C e medicinali da conservare a temperatura ambiente: nessuna esposizione prolungata alle alte temperature.
  • Limitare l’inventario in auto a ciò che è necessario per l’uso immediato, se possibile.

Consigli nella stagione calda

In generale, temperature superiori a 40 ° C espongono un farmaco a un degrado irreversibile della sua qualità ed efficacia o addirittura a rischi di tossicità dovuti alla formazione di prodotti di degradazione.

  • Medicinali da conservare tra +2 e + 8 ° C:
    Questi medicinali sensibili devono essere utilizzati prontamente dopo averli tolti dal frigorifero, a meno che non sia indicato per consentire al prodotto di raggiungere la temperatura ambiente prima della somministrazione.

Il trasporto deve avvenire in condizioni che rispettino la catena del freddo ma senza provocare il congelamento del prodotto (contenitore isotermico refrigerato senza contatto diretto tra le piastre eutettiche e l’imballaggio del farmaco).

La temperatura dei frigoriferi deve essere controllata regolarmente (se possibile con un sistema per misurare la temperatura minima / massima in caso di interruzione di corrente o guasto).

  • Medicinali da conservare a temperatura inferiore a 25 o 30 ° C e medicinali da conservare a temperatura ambiente:
    Durante il trasporto, limitare l’esposizione a temperature elevate come quelle che si trovano frequentemente nel bagagliaio o nell’abitacolo delle auto esposte alla luce solare diretta. Per precauzione, è consigliabile trasportarli in un contenitore isolato, non refrigerato. Quando non è possibile garantire la loro conservazione in condizioni ottimali, i prodotti così visualizzati devono essere sostituiti regolarmente.