Anti zanzare, i 3 prodotti più efficaci

Ci pungono quando usciamo di notte, ci impediscono di dormire la notte e, nel caso della zanzara tigre, possono essere i vettori di malattie gravi e persino della morte. Per combattere le zanzare, non mancano i prodotti. Repellenti, aerosol, diffusori, c’è un intero arsenale destinato a tenere questo insetto lontano dalla nostra pelle. Ma come possiamo scegliere quello più efficace e meno dannoso? Ci ha pensato la rivista francese 60 Millions de Concommateurs che ha testato 28 prodotti tra repellenti, aerosol e diffusori su due specie di zanzare, comuni e tigre. All’interno di ciascuna categoria, alcuni prodotti si distinguono e altri fanno un po “meno bene”. Vi segnaliamo i migliori tre prodotti per ciascuna categoria.

1 – Repellenti 

Mousti Fluid repellente per bambini: con il punteggio 17/20 ha soddisfatto tutte le prove. E’ ugualmente efficace sulla zanzara tigre e su quella comune. La durata della protezione dichiarata, 8 ore, corrisponde a quella reale cosi come testata in laboratorio. Sulla potenziale tossicità, non si è aggiudicato il massimo punteggio, ma non fa meglio di altri concorrenti. Il principio attivo è l’IR3535 al 20%, sigla che sta per “Insect Repellent 3535” ed è l’equivalente del nome chimico “Etil butilacetilaminopropionato”, è una sostanza repellente verso gli insetti (in particolare mosche, zanzare e zecche). Dal test francese emerge anche un altro repellente con caratteristiche più che soddisfacenti, il Puressentiel bambini che nelle stesse prove si aggiudica un punteggio di 15/20: unica pecca, rispetto a Mousti, è che è più efficace sulla zanzara comune che su quella tigre.

2. Aerosol 

Tra gli aerosol che hanno superato il test alieni voti non ci sono molti prodotti noti nel nostro paese: ha fatto bene l’anti-zanzare a marchio Carrefour che ha convinto anche per la composizione (Pipéronyl butoxyde 0,127 % Perméthrine 0,063 % Tétraméthrine 0,062%) prova in cui ha fallito il Raid mosche e zanzare per la presenza di pralletrina, considerata tossica anche a basse concentrazioni.

3. Diffusori

In questo caso occorre fare una premessa. tutti i diffusi non hanno convinto per il loro potenziale tossico soprattutto perché l’esposizione è prolungata, poiché il dispositivo è collegato per tutta la notte. 60 Millions de Consommateurs ne ha testati otto: cinque con ricarica di liquido e tre con ricarica solida. I diffusori di liquidi si basano sulla pralletrina, a varie concentrazioni, non sempre correlata alla loro efficienza. Questa sostanza è tossica anche in concentrazioni deboli. Premesso ciò, in questa categoria si classifica bene Raid zanzare e zanzare tigri: se è bocciato per le ragioni che scrivevamo sopra per la composizione, è promosso a pieni voti per la sua efficacia.