Quanto costa passare da 3 kW a 4,5 kW di potenza? Non chiedetelo a Eni…

Caro Salvagente, ho fatto richiesta a Eni Gas e Luce di informazioni sul passaggio da 3 KW a 4.5 KW per poter sapere quanto varierebbero le mie bollette e farmi quindi un’idea della spesa. Mi è stato risposto che potrò saperlo solo dopo che avrò fatto la variazione contrattuale. Insomma, chiedo un preventivo per un lavoro e mi rispondono che l’avrò a lavoro ultimato? Non ho parole

Francesco Silvini

 

Caro Francesco,ha ragione lei: non ci sono parole. Se Eni non risponde, cerchiamo di dare noi le informazioni, anche se questi sono dettagli che il servizio clienti deve essere in grado di fornire… Di certo è in grado di farlo la nostra esperta di riferimento, Valentina Masciari di Konsumer Italia.

Per le variazioni di potenza su utenza domestica, i costi si articolano in un contributo fisso per il Distributore, di circa 27 euro, a cui va aggiunto un contributo per ogni kW di potenza aggiuntiva richiesta. Per le utenze in bassa tensione, tale costo è di circa 70 euro per ogni kW aggiuntivo.

A queste spese, che sono standard, va aggiunto il costo amministrativo che addebita il fornitore per la gestione della pratica e, l’IVA, costo amministrativo che in genere è di circa 23 euro.

Questi sono i costi che il sig. Francesco, si troverà nella prima fattura utile dall’applicazione della nuova potenza. Per quanto riguarda invece, le fatture di periodo e l’incidenza della variazione su queste, tendenzialmente si avrà un aumento del costo della quota potenza, di circa 3 euro al mese.

Ricordo che il livello di potenza, determina un costo fisso il cui importo è indipendente dai consumi effettuati, ed è compreso nella voce in bolletta, Trasporto e Gestione del Contatore.