Quanto spendere per una barba perfetta e senza irritazioni? Il test su 10 rasoi

Una vittoria netta, quella del “Fusion 5 Proglide Power” di Gillette nel test del mensile svizzero dei consumatori Ktipp. Per una volta, insomma, ci sarebbe da dire che più spende meno spende, dato che si tratta del rasoio più costoso di quelli messi a confronto.

Un podio di cui, però, la Gilette può gioire solo fino a un certo punto, dato che il “Fusion 5 Proglide Power” è risultato molto più gentile sulla cute dello “Skinguard sensitive”, pubblicizzato dall’azienda come particolarmente delicato sulla pelle ma risultato molto più irritante. Durante la rasatura, lo “Skinguard” ha arrossato circa un quarto della pelle di chi lo ha testato e si è dovuto accontentare del “Buono”.

Il molto buono del Fusion 5, invece, è frutto anche della  testa flessibile del portalama, molto apprezzato nel test, che permette anche una rasatura ravvicinata sotto il naso, il mento e il collo.

Le economiche che funzionano bene

Tra le migliori scelte a prezzo contenuto le lame del “sistema di rasatura Matrix 5 a 5 lame” di Coop, il “rasoio Delta” di Ombia (Aldi) e il “sistema di rasatura” di Migros, classificate “buone” tanto nell’uso quotidiano che per barbe di tre giorni. Inoltre, proteggono la pelle ed erano facili da usare.

Le lame di ricambio del rasoio Cien di Lidl sono chiaramente le più economiche. Peccato che alcuni soggetti del test si siano lamentati del fatto che il dispositivo non scivolava delicatamente sulla pelle. In alcuni casi c’era arrossamento o addirittura tagli. Secondo Lidl, il prodotto verrà sostituito.

Suggerimenti: rasatura bagnata

Gel da barba e schiuma da barba facilitano la rasatura. I gel hanno dei vantaggi rispetto alla schiuma: lasciano che le lame scivolino più delicatamente sulla pelle. Ciò significa che è necessaria una pressione minore e la pelle è meno irritata. Importante: lasciare gel o schiuma da barba per un minuto o due prima della rasatura, consigliano i dermatologi.

I risultati del test