Giochi pericolosi: gli ospiti nascosti nelle plastiline per bambini

Soda e sempre malleabile: la plastilina è sempre stata un classico dei giochi per i bambini. Sviluppa fantasia e manualità, è una compagna eccezionale per distoglierli qualche ora da tablet, telefoni e tv (e di questi tempi, senza scuola e spostamenti ridotti gli alleati servono davvero). E una nuova generazione di prodotti a base di silicone con proprietà sorprendenti promette un divertimento molto speciale.

Ma anche con questo giocattolo, la domanda è d’obbligo: ci sono sostanze nocive? Per avere una risposta il mensile tedesco Oeko Test ha inviato 20 prodotti in laboratorio.

Il risultato lo spiegano proprio i colleghi tedeschi: “Possiamo consigliare cinque set di plastilina che hanno ottenuto “molto buono”: l’argilla modellante morbida dei marchi Art & Fun, Feuchtmann, Ökonorm, Smiki e Stylex. Al contrario, tutti le paste “magiche”, quelle che si posso estendere quasi fossero una gomma americana e rimbalzano se gettate in terra, ultime uscite per questo tipo di giocattoli falliscono nel test.

Tre inquinanti in troppe plastiline

Molti i modelli bocciati dopo le prove di Oeko Test grazie al contenuto di MOAH, boro o formaldeide.

Cominciamo con i MOAH, un gruppo di sostanze che si trova in sette dei 15 giochi e in tutte e cinque quelli “rimbalzanti”. Si tratta di idrocarburi aromatici di oli minerali, tra i quali si possono nascondersi sostanze cancerogene in grado di essere assorbite dalla pelle. In che modo i MOAH entrano nella plastilina, si chiedono i tedeschi? Di strade ne esistono diverse: attraverso materie prime come le cere, ma anche attraverso impurità nella produzione.

La seconda scoperta che ha agitato i laboratori tedeschi è la presenza del boro, in particolare nelle plastiline rimbalzanti che usano composti di boro per ottenere la consistenza dura.

Tracce di boro sono vitali per l’uomo, ma quantità eccessive possono compromettere la fertilità. “Abbiamo chiesto al laboratorio di simulare la quantità di boro che arriva nell’organismo dei bambini che dovessero ingoiare un po’ di plastilina”. E le risposte non tranquillizzano: il boro è stato trovato in diverse quantità in tutti i campioni testati. Le quantità -spiega Oeko Test rientrano nei limiti di legge ma, secondo il Federal Institute for Risk Assessment (BfR) (l’Autorità di valutazione del rischio tedesca) i livelli di acido borico nei giocattoli dovrebbero “essere il più bassi possibile con uno sforzo tecnico ragionevole”.

Cinque plastiline – tra cui due “rimbalzanti” – hanno mostrato troppa formaldeide libera o scissa. Anche piccole quantità di formaldeide irritano le mucose, possono scatenare allergie e sono considerate cancerogene se assorbite dall’aria che respiriamo. Sebbene i valori misurati in laboratorio rimangano conformi ai requisiti legali, il mensile ha valutato negativamente la presenza di questa molecola.

Non è chiaro se i fornitori aggiungano formaldeide specificamente per rendere l’impasto più durevole, commentano i colleghi tedeschi. Un’indicazione degli ingredienti sulla confezione potrebbe fornire informazioni. Tuttavia, i fornitori non sono legalmente obbligati a scriverla. Di conseguenza, poche confezioni lo fanno.

I RISULTATI DEL TEST DI OEKO TEST SULLA PLASTILINA

MOLTO BUONI: Art & Fun Creative, Feuchtmann, Ökonorm Nawaro, Smiki Dough, Stylex

SODDISFACENTI: Becks (MOAH), Creative Kids (Boro), Eberhard Faber (MOAH), Herlitz (MOAH), Pelikan Creaplast (MOAH), Play-Doh (MOAH), Staedtler Noris Club (MOAH), Weible Fantasia (MOAH)

INSODDISFACENTI: Creathek (Formaldeide), Toy Place (Formaldeide)

E QUELLI SULLA PLASTILINA CHE RIMBALZA

INSODDISFACENTI: Hoppemasse Springknete (MOAH e boro), Idena Smart Clay (MOAH e boro)

SCARSE: Craze Magic Dough (MOAH, boro e formaldeide), Intelligente Galaxy (MOAH, boro e formaldeide), Pink Papaya (MOAH, boro e formaldeide)