Disability Pride: domenica 14 luglio a Roma la marcia delle persone con disabilità

Persone in sedia a rotelle, ciechi, sordi, persone con disturbi motori e disagi psichici di varia natura, insieme per rivendicare l’effettiva inclusione delle persone con disabilità, a tanti loro amici, saranno a Roma il 14 luglio per il Disability Pride. L’appuntamento è per le 18 in via dei Fori Imperiali e passando per via del Corso si arriverà fino a Piazza del Popolo. A lanciarla sonoPersone con corpi e menti non conformi ai modelli di bellezza di cui la nostra stereotipata società è succube, ma consapevoli che nelle diversità si trovano le risorse per costruire un futuro migliore per tutti” scrivono gli organizzatori, che affermano la necessità di una manifestazione del genere “per le tante persone che rimangono ancora segregate in casa, in famiglia, in istituto, ad ‘espiare’ la loro differenza, vittime di una stigmatizzazione sociale che non accenna a diminuire ma anzi si estende ad altre minoranze, orientamenti, diversità”. 

Tanti artisti e un premio

 La giornata terminerà con una festa spettacolare accessibile a tutti con servizio d’interpretariato nella Lingua dei segni italiana (LIS) dell’Accademia Europea Sordi e sarà sottotitolato in diretta. Nel cast della serata Mariella Nava, Grazia Di Michele, Daniele Gattano, Brazzo, Rizo Kempachi, Sobhi Nash e Gianluca Secco. La conduzione è affidata a Federico Perrotta e Arianna Ciampoli. Riceverà il Disability Prize, riconoscimento che a partire da quest’anno entra a far parte del programma ufficiale di questa giornata di festa, Carolina Raspanti che con l’interpretazione del personaggio di Dafne nell’omonimo film del regista Federico Bondi, ha saputo testimoniare ad un pubblico vasto, la possibilità per ogni disabile di vivere realizzando in pieno la propria umanità. Nel film, pluripremiato oltre ad aver incantato la platea del festival di Berlino, Carolina Ruspanti ha saputo dar vita ad un personaggio di rara forza: una donna con la sindrome di down che vive pienamente la vita affrontandone ogni, inevitabile, avversità. Un personaggio che sa dar forza e sa essere esempio per ogni umano, disabile e no. L’anno scorso Il Salvagente aveva seguito il disability day romano.

Le tante cose che mancano

Secondo Carmelo Comisi, promotore della manifestazione: “Nonostante la nostra sia una legislazione all’avanguardia in Italia le problematiche relative al mondo della disabilità sono affrontate con un’impostazione meramente formale che non si trasforma in interventi sostanziali. Barriere architettoniche ovunque – spiega a acapo.it – mondo del lavoro precluso a molte persone con disabilità, sostegno scolastico assai carente, mezzi pubblici inadeguati, nessuna normativa che legittimi l’indispensabile figura del care-giver, assistenza personale autogestita precaria se non addirittura assente”.

Programma manifestazione

ore 18 – accoglienza in via dei Fori Imperiali / angolo piazza Venezia

ore 19 – partenza corteo (lungo piazza Venezia – via del Corso – piazza del Popolo)

ore 21 – inizio spettacolo in piazza del Popolo